A New York arriva obbligo di vaccino per tutto il settore privato

Roma, 6 dic. (askanews) – Obbligo vaccinale per tutti i lavoratori del settore privato a New York: una svolta nella città più popolosa degli States, come misura preventiva, a partire dal 27 dicembre, per combattere una nuova ondata di casi di Covid.

Ad annunciarlo è stato il sindaco Bill de Blasio: "Lo faremo in modo che ogni datore di lavoro sia su un piano di parità – uno standard universale a partire dal 27 dicembre", ha annunciato.

"Non possiamo permettere che queste restrizioni ritornino. Non possiamo avere chiusure qui a New York City. Dobbiamo continuare ad andare avanti. E la risposta è sempre quella di usare le cose che funzionano. La vaccinazione funziona e l’obbligo vaccinale funziona".

La città richiederà anche la prova della vaccinazione per i bambini di età compresa tra 5 e 11 anni per entrare nei ristoranti, nei luoghi di intrattenimento e nelle strutture per il fitness, ha aggiunto il sindaco, spiegando che queste azioni preventive intendono frenare una crescita dei casi di Covid in vista del clima più freddo e degli incontri durante le vacanze.

I casi di Covid sono in aumento a New York City, con oltre 1.500 nuovi contagi confermati in media ogni giorno, secondo il dipartimento della Sanità della città. La città ha segnalato anche 10 casi della variante Omicron.