Altro che New York, ecco la cheesecake che si mangiava nell’antica Roma

Siamo proprio sicuri che la cheesecake sia nata in America? Un caposaldo della pasticceria mondiale, uno dei dolci più consumati e apprezzati del pianeta potrebbe avere una genesi più antica di quanto non si creda. Stando a quanto riferito anche dallo storico Giorgio Franchetti nel suo volume "A tavola con gli antichi romani", la cheesecake sarebbe nata nel III secolo a.C. proprio nell’antica Roma. .  .Originariamente veniva chiamata Savillum e la ricetta è stata tramandata nei minimi dettagli niente meno che da Catone. Le indicazioni fornite dal politico-scrittore delineano un dolce molto semplice, realizzato con ingredienti poveri e di agevole reperibilità. Inoltre, è facile ipotizzare che il Savillum venisse consumato come spuntino a sé stante e non come dessert alla fine dei pasti. .  .La preparazione originale prevedeva che il dolce venisse sistemato in una pentola di terracotta coperta su tutti i lati da carboni ardenti che ne assicuravano una cottura omogenea. Oggi si può replicare la ricetta cuocendo l’antica cheesecake in padella. Siamo andati nella pasticceria torinese "Roses & tea" chiedendo di aiutarci a riprodurre il più fedelmente possibile la ricetta originale. Ecco cosa ne è uscito. . Di Davide Cavalleri