ATTIVISTI BLOCCANO IL TRAFFICO: SCONTRO IN DIRETTA ▷ “GOVERNI CI PORTANO AL GENOCIDIO”; “MANETTE”

▷ AIUTA L’INFORMAZIONE LIBERA, SOSTIENICI: https://donazioni.radioradio.it/

Il #GrandeRaccordoAnulare si blocca per il #clima. E’ quanto accaduto a #Roma nella giornata di ieri a causa di una manifestazione non violenta degli attivisti di #UltimaGenerazione, il collettivo che si occupa di sensibilizzare sul tema del #cambiamentoclimatico di origine antropica. Otto ragazzi si sono seduti nella careggiata interna all’altezza dell’uscita 12 di #CasalMonastero mostrando striscioni agli automobilisti infuriati.

All’arrivo delle forze dell’ordine, gli attivisti sono stati condotti in commissariato. Si tratta dell’ultima di una lunga serie di proteste condotte dagli #ambientalisti che, nello specifico, intendono impedire la riapertura delle #centraliacarbone dismesse e bloccare il piano di #trivellazioni volto all’estrazione di #gasnaturale. In cambio, chiedono maggiori investimenti su #eolico e #solare.

▷ ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE: https://bit.ly/2MeYWI7
▷ ULTERIORI APPROFONDIMENTI SU: https://www.radioradio.it/

#GiorgioSpazianiTesta, Presidente di #Confedilizia, non ha reagito bene all’iniziativa green, tanto da pubblicare un tweet piuttosto eloquente: ‘Manette’. "Credo siano metodi violenti e inaccettabili, soprattutto se realizzati in una città già ingovernabile come Roma. Basta, veramente. Ci sono altri modi per farsi notare. Richiamo alla mente di tutti i valorosi #Radicali, che già dai tempi di #Pannella erano famosi per portare avanti delle iniziative senza dare fastidio a nessuno, facendosi notare senza avere le masse della #CGIL nelle piazze. Si può protestare senza danneggiare gli altri e l’economia stessa".

#GiulioGiuli, portavoce di Ultima Generazione, non è ovviamente d’accordo con Spaziani Testa e rivendica con fierezza l’iniziativa: "Sono trent’anni che facciamo convegni e robe simili, che non sono serviti assolutamente a niente. A noi non piace fare questo, preferiremmo fare cose molto più divertenti di passare ore nei commissariati e bloccare persone furibonde. Siamo arrivati però a un punto in cui la #disobbedienzacivile è l’unica cosa da fare. I Governi ci stanno portando al genocidio. Noi non vogliamo diventare un partito politico né un sindacato, vogliamo essere un’avanguardia che scuota le coscienze e che ottenga dei risultati. E ci stiamo facendo notare. Ci saranno senza dubbio altri blocchi. Vogliamo dare la prova di quella che sarà una rivoluzione, mi sento di dire questa cosa. Colgo l’occasione per rispondere a #Fusaro: non siamo degli ignoranti e sappiamo benissimo quello che facciamo nonché il valore delle opere d’arte soprattutto per le generazioni future. Ecco, noi vogliamo che ci siano #generazionifuture".