AVVOCATO DELLE VITTIME COVID DENUNCIA ▷ “AVVISATI IL 5 GENNAIO 2020: POTEVANO EVITARE 4MILA MORTI”

▷ AIUTA L’INFORMAZIONE LIBERA, SOSTIENICI: https://donazioni.radioradio.it/

C’è una narrazione che ben conosciamo, quella delle chiusure che salvano, del governo che fece il massimo, dell’Italia che fu sfortunata a capitare subito dopo la Cina. E’ quella che ormai 4 anni fa nacque nel pandemonio di #Bergamo: scene raccapriccianti si vedevano in TV, tra medici bardati con buste dell’immondizia per l’assenza di presidi sanitari e indiscrezioni di pazienti lasciati morire per la mancanza dei posti letto.

Poi c’è una narrazione che meno persone – poche rispetto alla totalità – conoscono tuttora, a più di 1400 giorni di distanza. Quella che vede un avviso dell’#OMS recapitato ai governi il 5 gennaio 2020 con tutte le direttive. Quella che si chiede come mai il governo abbia deciso in quei giorni di mandare tonnellate di mascherine dall’altra parte del mondo. Quella che, amaramente, vede abbracci e storie di vita al posto di una sedia vuota.
Ma nell’Italia post-pandemica si fa fatica ancora nel 2024 a chiedere chiarezza. Non per il rimpianto e il lutto, ma per coercizione e pressione sociale: complottista chi chiede di sapere, cospirazionista chi dubita.
Ma il lavoro di #ConsueloLocati, avvocato di alcune vittime e legale dell’associazione "#Sereniesempreuniti", è proprio chiedere trasparenza. Così come quella commissione covid che qualcuno ancora ostacola: "I dieci giorni di ritardo hanno cagionato più di 4mila vittime che potevano essere evitate", dice Locati.

▷ ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE: https://bit.ly/2MeYWI7
▷ ULTERIORI APPROFONDIMENTI SU: https://www.radioradio.it/

Condividi: