BIANCHINI SHOW CONTRO “IL CAVALLO DI TROIA DEL GOVERNO” ▷ “STANNO FACENDO L’ENNESIMA PAGLIACCIATA”

▷ AIUTA L’INFORMAZIONE LIBERA, SOSTIENICI: https://donazioni.radioradio.it/

La lotta al #contante si fa sempre più serrata. Linea di continuità tra tutti gli ultimi Governi che si sono susseguiti, l’avanzamento del #denaro digitale è stato attuato un #decreto alla volta nel corso del tempo. Tornando indietro solo di un Esecutivo, il #Conte bis si è distinto per l’introduzione del programma #Cashback e della Lotteria degli scontrini. Provvedimento presentato come antidoto alla principale missione che accomuna tutte le iniziative anti-moneta: combattere l’ #evasione fiscale.

▷ ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE: https://bit.ly/2MeYWI7
▷ ULTERIORI APPROFONDIMENTI SU: https://www.radioradio.it/

Un nuovo passo verso l’obiettivo è stato fatto con il decreto legge 30 aprile n. 36. In esso il #Governo #Draghi ha anticipato al prossimo 30 giugno l’entrata a regime del sistema sanzionatorio per gli esercenti che rifiutano il pagamento tramite #Pos. Non essere in possesso del dispositivo elettronico che consente di utilizzare carte di credito e bancomat costerà ai gestori una multa di 30 euro, a cui va sommato il 4% del valore complessivo della transazione.

L’origine della norma in realtà arriva da #Bruxelles, poiché la riduzione del contante e la promozione dei pagamenti digitali rientra tra le condizioni per lo sblocco dei fondi del #Pnrr. Più precisamente era necessario per il Governo agire entro il 1° semestre 2022, come indicato nella Milestone M1C1 -103 del Piano nazionale di ripresa e resilienza.

Cosa si nasconde dietro a questa ultima mossa? Ne ha parlato il presidente nazionale di #MioItalia #PaoloBianchini, intervenuto in diretta a Lavori in corso con Stefano Molinari.