Bilancio, Bonomi a Firenze: “Chiediamo un intervento sul cuneo fiscale”

Bilancio, Bonomi a Firenze: "Chiediamo un intervento sul cuneo fiscale"

Il presidente di Confindustria: "È l’unico modo per tornare competitivi"

CRONACA (Firenze). Alla Festa del Foglio di Firenze il presidente nazionale di Confindustria Carlo Bonomi ha parlato anche di legge di bilancio e priorità per il Paese. Bonomi: "Noi abbiamo chiesto un intervento sul cuneo fiscale, la parte contributiva, due terzi a favore dei lavoratori e un terzo a favore delle imprese. Vogliamo mettere più soldi in tasca agli italiani con uno strumento universale. Noi abbiamo 2 milioni di incapienti in Italia. A queste persone qualcuno vuol dare una risposta. L’unico fattore su cui possiamo lavorare è il costo del lavoro. Intervenire ci permette di essere più competitivi con gli altri Paesi". (Emanuele De Lucia)

—- Trascrizione generata automaticamente —-
Noi abbiamo chiesto un intervento sul cuneo fiscale parte contributiva due terzi favore dei Lavoratori al terzo a favore delle Imprese perché vogliamo mettere più soldi in tasca italiani Ma con uno universale così come concepito oggi per meno da quello che leggiamo l’intervento sull’irpef il maggior beneficio arriva Sulle fasce 340 e 45000 di redditi noi abbiamo due milioni di incapienti in Italia a queste persone Qualcuno vuol dare una risposta Io credo che questo è il momento di dare la risposta giovani donne incapienti lavoratore tempo determinato e al contempo dobbiamo guardare i dati Cioè questo paese perché ha retto alla crisi economica in nel momento della pandemia perché la manifattura allora in questo momento abbiamo aumento del corso le materie prime ha messo te li troviamo aumento di costi dell’energia L’unico fattore su cui possiamo lavorare e quello del Il lavoro è lavoro che sappiamo non ci rende competitivi rispetto a tutti i nostri competitor europei Germania Francia in primis Allora fare un intervento anche questo vuol dire a competitive le imprese e mettere le condizioni per creare più occupazione e quindi occupazione vuol dire reddito vuol dire dare possibilità a queste persone Io credo che dobbiamo lavorare sulla loro occupabilità e non sui siti che non servono a nulla