Booktrailer IL PUNTO DI VISTA NON È UN PIANO BAR di Mauro Villone

Mauro Villone
IL PUNTO DI VISTA NON È UN PIANO BAR – Invettiva contro l’umanità dormiente
Edizioni Spazio Interiore 2021
112 pagine – 7.00 euro

ACQUISTA QUI LA TUA COPIA: https://bit.ly/2QYJa98

In un momento come quello attuale, dove tramite i social network, i giornali e i mass media in generale, chiunque si sente legittimato a dar fiato alla bocca, Villone ci richiama con veemenza a riflettere sul fatto che un punto di vista non è “un piano bar” dove ci si può limitare a una chiacchiera frivola e per lo più senza conseguenze, ma costituisce la manifestazione del nostro pensiero e – soprattutto – delle nostre azioni e omissioni, di cui siamo chiamati a prenderci la piena responsabilità. La sua è una vera invettiva contro l’umanità dormiente, un fragore ancestrale volto a risvegliare l’umanità addormentata dentro di noi e a restituirle l’alto rango, il potere e il
ruolo che le competono. Un pamphlet sovversivo e graffiante, una denuncia sociale, etica, politica e spirituale del modo in cui stiamo vivendo mossa dall’urgenza di scuotere l’essere umano dal suo sonnolento torpore prima che, risvegliandosi, trovi intorno a sé solo le macerie del mondo che fu. Quelle di Villone sono parole dure e verità scomode, sono la lingua che batte dove il dente duole, frutto però di un amore viscerale per l’umanità e della fondata speranza che l’uomo sveglio imboccherà la strada giusta.

Mauro Villone (Torino 1958), fotografo professionista, giornalista pubblicista, scrittore e organizzatore di eventi e progetti culturali, vive e lavora a Rio de Janeiro, a Torino e in viaggio per il mondo. Dal 1974 si occupa di fotografia, etnologia, antropologia visuale, scienze sociali e della comunicazione. Ha pubblicato i suoi lavori in numerose mostre e testate (tra le quali Marie Claire, Elle, KultMagazine-Avanguardie Creative) e tiene regolarmente un blog su ilFattoQuotidiano.it. Dirige la ONG Para Ti di Rio de Janeiro, impegnata nel sostegno di centinaia di bambini delle favelas e delle loro famiglie. Oggi si occupa soprattutto di ricerca, pratica e cura in campo spirituale, con l’approfondimento di tecniche di respirazione e meditazione e tecniche sciamaniche per la modificazione degli stati di coscienza e la cura nativa.