BORGONOVO TUONA SULL’ALLARME “PATRIARCATO” ▷ “MA QUALE POTERE DEI MASCHI? POTERE DI ÉLITE!”

▷ AIUTA L’INFORMAZIONE LIBERA, SOSTIENICI: https://donazioni.radioradio.it/

#Patriarcato e basta: guai a parlar d’altro.
Il tragico caso di Giulia Cecchettin ha scatenato le emozioni, le paure degli italiani.
Questi, riversandosi sui social, hanno però fornito una spiegazione forse troppo semplice e veloce ad un problema così radicato e complesso quale è il #femminicidio. Tuttavia anche personaggi come Lilli Gruber hanno sbandierato la tesi del patriarcato come ipotetica causa scatenante dei femminicidi in Itaia. E se l’è presa con la premier Giorgia Meloni. A Otto e Mezzo ha definito il Presidente del Consiglio "un’espressione della cultura patriarcale". Motivo per cui la risposta è prontamente arrivata. "Non so come facciano certe persone a trovare il coraggio di strumentalizzare anche le tragedie più orribili pur di attaccare il governo". E in allegato una foto di famiglia composta da sole donne per far intendere che di "cultura patriarcale", almeno in famiglia Meloni, sembra essercene poca.

La tesi del patriarcato e dell’uomo maschio come principale colpevole delle tragedie a cui purtroppo assistiamo tiene botta però sempre di più. Anche La Stampa ne fa un commento. L’avvertimento è: "I maschi si arrendano, il loro potere è finito".
Basta questo per far scatenare una reazione nel vicedirettore de La Verità, Francesco Borgonovo.
#femminismo

▷ ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE: https://bit.ly/2MeYWI7
▷ ULTERIORI APPROFONDIMENTI SU: https://www.radioradio.it/

Condividi: