Calenda: Draghi a Palazzo Chigi necessario altrimenti salta tutto

Roma, 14 gen. (askanews) – "Quello che succede è che i partiti politici, che sostengono il governo, perché siamo una Repubblica parlamentare, dicono a Draghi ‘è essenziale che lei continui’ e Draghi dice ‘ma io voglio continuare, però non è che ogni volta che io faccio un provvedimento me lo contestate’. Firmiamo un bel patto come si dice in Germania. Credo che questo sarebbe un modo virtuoso per tenere Daghi a fare un lavoro che nessun altro farà": lo ha affermato Carlo Calenda, leader di Azione, ospite di Tagadà su La7.

"I 51 provvedimenti presi sul Pnrr tutti in attesa di decreti attuativi, di implementazione, noi dobbiamo spendere 50 miliardi nel 2022, di media in passato ne abbiamo spesi 6 su 14, dell’Ue 6 o 7, quindi la metà. Draghi a Palazzo Chigi è necessario, sennò salta tutto"