Canada: camionisti bloccano il confine contro obbligo vaccinale

Più di cinquanta camion della provincia canadese di Manitoba stanno rallentando il traffico sulla Highway 75 al confine con gli USA: nessuno può passare, in entrata o uscita. La protesta è iniziata alle 3,00 (ora locale) e coinvolge anche auto solidali alla protesta, e si ha intenzione di farla durare a oltranza. La richiesta è chiara: cessazione immediata dell’obbligo vaccinale in vigore già dal 15 gennaio anche per i camionisti, che prima avevano avuto la promessa (da marinaio) di esserne esentati. Adesso, se un autotrasportatore canadese rientra in patria senza essere vaccinato, è obbligato per legge a restare a casa per circa due settimane prima di poter effettuare un’altra corsa. Solo questo basta a dimostrare come queste leggi di sanitario non hanno proprio nulla, dimostrandosi solo metodi criminali per punire chi esercita la libera scelta di non vaccinarsi.