CASABIANCA. Gianluca Bocca: la forza e il coraggio di non arrendersi mai

Tante avversità nella sua vita, ma lui anziché abbattersi e piangersi addosso ha deciso di fare qualcosa di buono e utile per gli altri… stiamo parlando di Gianluca Bocca, che ora ci racconterà la sua storia…

“La mia vita è stata complicata fin dagli inizi, infatti a soli due anni mi hanno diagnosticato un tumore all’occhio. Ho trascorso buona parte della mia infanzia in una sorta di ‘limbo’, facendo controlli e visite, accudito dalla nonna, avendo poche possibilità di rapportarmi con i miei coetanei. Avendo perso un occhio, poi sostituito da una protesi, i miei genitori erano molto timorosi che facendo cose potessi farmi male all’occhio rimasto e quindi ho vissuto sotto una specie di campana di vetro – comincia a raccontare Gianluca -. Quando avevo sette anni ci siamo trasferiti a vivere da Chivasso a Casabianca, dove nonno e papà avevano la macelleria di famiglia. La mia menomazione ha influito parecchio sulla mia vita, mi sentivo diverso dagli altri… quando oggi sento parlare di bullismo capisco bene cosa vuol dire. Vivendo in un piccolo paese sono però riuscito comunque a socializzare; crescendo, poi, il mio handicap diventava ulteriormente diverso da gestire, in particolare nell’adolescenza… diciamo che non era un bel biglietto da visita”.

Per conoscere la sua storia acquistate l’articolo online a partire da sabato 18 settembre oppure comprate "La Voce" in edicola martedì 21 settembre.

#giornalelavoce, #verolengo, #casabianca
Tutte le notizie in tempo reale dalla nostra redazione.

SITO UFFICIALE

HomePage


FACEBOOK
https://www.facebook.com/gruppolavoce​
INSTAGRAM
https://www.instagram.com/giornalelavoce/

Copyright LA VOCE SOCIETA’ COOPERATIVA
Tutti i diritti sono riservati.
#lavoce​ #provinciaditorino​​​ #chivasso​ #ivrea​ #settimotorinese​ #ciriè​ #torino