CENTRO VACCINALE ESERCITO ITALIANO BRIGATA GARIBALDI – PROCEDURE ED ORGANIZZAZIONE

Si tratta del punto vaccinale più grande della Campania. È stato allestito dalla Asl casertana in collaborazione con i soldati delle Forze Armate. Per capire l’impatto che questa strutturà potrà avere nel programma di vaccinazione di massa, è utile leggere un paio di cifre. Innanzitutto, l’installazione, allestita in poche settimane nell’area denominata "Campo El Alamein", consentirà di somministrare fino a 1000 vaccini al giorno.

Il Presidio Vaccinale della Difesa di Caserta, inoltre, opererà affidandosi a 26 differenti postazioni, e a un personale formato da 40 medici e infermieri dell’ASL coordinati dal personale logistico della stessa Brigata Bersaglieri "Garibaldi". La struttura comprende inoltre soluzioni per agevolare la vaccinazione alle persone con disabilità o con mobilità ridotta, le quali avranno spazi e corsie appositamente dedicate.
Il contributo dell’esercito

"La Difesa – aveva annunciato il Ministro della Difesa, Lorenzo Guerini,lunedì presso l’ospedale militare di Baggio – è pronta a rimodulare, d’intesa con le autorità sanitarie, le attività dei Drive Through per concorrere, se necessario, alle vaccinazioni". Da questo punto di vista, l’apertura del PVD di Caserta rappresenta un segnale forte e chiaro.