CHIVASSO. Francesco Lo Bianco: dalle sue “Olimpiadi” fatte ai giardinetti al suo circolo sportivo…

Classe 1963, è nato e ha vissuto per molti anni a Torino. “Papà era operaio in Lancia e mamma casalinga – comincia a raccontare -. Da piccolo ero un bambino molto tranquillo e appassionatissimo di sport, ma essendo la mia famiglia povera non potevo praticarne nessuno, se non le sporadiche volte che si andava ai giardinetti, oppure a scuola durante le lezioni di educazione fisica. Diciamo che io e mio fratello siamo cresciuti in casa e abbiamo giocato molto con la fantasia… ad esempio mettevamo i ‘Topolini’, che ci regalava un vicino, a metà del tavolo della cucina per dividerlo e giocare a ping pong, usando come racchette i giornalini stessi; oppure facevamo le battaglie spaziali usando le sedie… ci ingegnavamo come potevamo non avendo molte possibilità”.

Per conoscere la sua storia acquista La Voce in edicola Martedì 4 Ottobre, oppure compra l’articolo online a partire da questo Sabato!

#giornalelavoce #lavoce #tennis
Tutte le notizie in tempo reale dalla nostra redazione.

SITO UFFICIALE

HomePage


FACEBOOK
https://www.facebook.com/gruppolavoce​
INSTAGRAM
https://www.instagram.com/giornalelavoce/

Copyright LA VOCE SOCIETA’ COOPERATIVA
Tutti i diritti sono riservati.
#lavoce​ #provinciaditorino​​​ #chivasso​ #ivrea​ #settimotorinese​ #ciriè​ #torino