“CON IL GOVERNO DEI MIGLIORI STATE MEGLIO DI PRIMA?” ▷ IL CAPOLINEA DEL GIORNALISMO IN UN’IMMAGINE

▷ AIUTA L’INFORMAZIONE LIBERA, SOSTIENICI: https://donazioni.radioradio.it/

"Come si spiega la situazione del Regno Unito?"
Risuonano ancora alle orecchie le parole e alla mente l’espressione con cui il #giornalista inglese poneva l’interrogativo al #premier italiano: una delle poche domande, in quella conferenza, che potevano davvero mettere in discussione la gestione epidemica di #Draghi. La #notizia che ne è scaturita si è mostrata in pochi trafiletti della carta stampata del giorno dopo: un presidente del Consiglio che fa spallucce, che risponde in ‘politichese’: "Troppi problemi in #Italia per pensare anche al Regno Unito", sipario chiuso.
Forse è anche per una simile scena che l’Italia non splende per #libertà d’informazione (al di là delle classifiche, sempre discutibili". Tante analisi raffinate monopolizzano i nostri #talkshow, poche domande vere rimbombano dal piccolo schermo ai salotti degli italiani, una delle quali può sembrare lapalissiana: "Con il #Governo dei migliori e con tutte queste restrizioni, state meglio di prima? Stiamo meglio degli altri #Paesi o stiamo peggio?"

▷ ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE: https://bit.ly/2MeYWI7
▷ ULTERIORI APPROFONDIMENTI SU: https://www.radioradio.it/

"Il peggioramento più visibile, oltre a quello economico – specifica a ‘Un Giorno Speciale’ la giornalista d’inchiesta e scrittrice Angela #Camuso – sia il fatto che si sono persi proprio i valori della solidarietà, della comprensione, dell’aiuto reciproco, della fiducia tra le persone. Questo è il danno che stiamo facendo alle nuove generazioni. I ragazzi e i bambini che si stanno abituando all’isolamento".