Con la startup Onyon la ristorazione è alla svolta digitale

https://www.youtube.com/watch?v=J6LVYf1FAuM

Milano, 26 set. (askanews) – Il mondo della ristorazione diventa sempre più tecnologico e digitale grazie a una startup torinese, Onyon, che ha sviluppato l’omonima web app con cui si può ordinare e pagare dal tavolo dove si è seduti, evitando così code alla cassa e l’annoso problema dei conti separati.
Marco Actis, cofondatore di Onyon: "Onyon è nata nel 2020 come applicativo per migliorare l’esperienza dell’acquisto in store. Quindi è un prodotto che si rivolge trasversalmente a tutto il settore food and beverage, con l’obiettivo da una parte migliorare il comfort dei clienti e dall altra si traduce in un numero maggiore di ordinazioni che i gestori dei locali possono ottenere e quindi un incremento dei ricavi", spiega Marco Actis, cofondatore di Onyon. "Il terzo importante vantaggio – aggiunge Actis – è quello che con Onyon i clienti, oltre ordinare, possono pagare la propria parte e questo va a risolvere il problema dei conti separati che è un problema molto sentito, che generalmente rimane un problema irrisolto tra gestori e consumatori".
La web app Onyon è nata da un idea di Marco Actis e Paola Lombardi, ha un’esperienza d’uso simile a quella delle app del delivery, con la differenza che tutto, però, avviene all’interno del locale.
"Il sistema è molto semplice – aggiunge Actis -. I clienti che si siedono al tavolo nel locale che utilizza la nostra soluzione, inquadrano il Qr, accedono al menù e da lì possono tranquillamente ordinare e pagare la propria parte, per cui è molto semplice, intuitivo e molto efficiente. Attualmente abbiamo una presenza diretta sulle città di Torino e Milano e siamo in apertura su tutto il territorio nazionale e contiamo circa un centinaio di locali attivi".
Una soluzione digitale pensata per ristoranti, pizzerie, fast food e birrerie. Chi l’adopera ha riscontrato il +22% dei riordini e un aumento del 12% dello scontrino medio, con doppio turnover dei tavoli. Tra i primi ad avere sperimentato Onyon c’è Raffaello Pisapia delle Officine Ferroviarie: "Lo utilizziamo da circa un anno, ci troviamo molto bene, anche perché siamo stati in grado di ottimizzare i servizi interni della ristorazione sia dal punto di vista dell organizzazione aziendale e quindi della gestione dei flussi durante il servizio, sia nel semplificare le modalità di ordinazione da parte del cliente".
Non è la prima impresa innovativa di Marco Actis, infatti nel 2013 ha fondato la startup Pony Zero. "Una startup che operava nel settore della logistica che poi si è specializzata nel food delivery un settore che si è sviluppato in maniera molto rapida che poi ha fatto una exit a metà del 2018, proprio in seguito a queste caratteristiche".