CONTI CORRENTI: LA VERITÀ SULLA MOSSA DEL GOVERNO ▷ BORGONOVO: “LE MANI NEL CONTO TE LE METTONO GIÀ”

▷ AIUTA L’INFORMAZIONE LIBERA, SOSTIENICI: https://donazioni.radioradio.it/

Sta per iniziare un Grande Fratello fiscale? No. Ma il fatto che una misura statalista come questa venga denunciata dagli organi di stampa che fino a pochi mesi fa urlavano collettivismo e restrizioni fa riflettere molto.
Già, perché non solo la notizia è stata smentita il giorno dopo le prime battute, ma la paura innescata senza apparente motivo sembra ormai una consuetudine su carta stampata.
Insomma, il #governo non autorizza il #fisco a mettere le mani nei conti correnti. Non lo fa perché questo accade già in questo momento. "La mia idea è che nei conti correnti delle persone non si debba mettere le mani a prescindere. Ora, che un governo di destra pensi, dopo averci fatto tante menate sulla proprietà privata, di mettere le mani nel conto di una persona, sarebbe ancora più grave.
Il fatto è che già oggi possono prenderci i soldi dal conto, non è che prima non succedeva. Tra l’altro, ci vuole un’autorizzazione". Cosa ha fatto allora il governo? A fare ordine il vicedirettore de La Verità Francesco #Borgonovo.
"Semplicemente, hanno velocizzato questo passaggio. Il fisco, cioè, può vedere prima di procedere se nel conto i soldi ci sono. Mi piace questa roba qua? Assolutamente no. Io penso che il fisco non debba guardarti dentro il conto neanche se tu hai un debito accertato. Tra l’altro chi ha precedenti sa quanto sia simpatico il fisco".
Questa però è anche una parte della famosa trasparenza a cui si inneggia: "Si dice cioè che se tu hai rubato, non hai pagato le tasse, quindi è giusto che ti mettano le mani nel conto. Eh no, vaffanc*lo".

▷ ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE: https://bit.ly/2MeYWI7
▷ ULTERIORI APPROFONDIMENTI SU: https://www.radioradio.it/

Condividi: