Cucchi, Noury (Amnesty): “Stefano ed Ilaria sono entrambi simboli dei diritti umani”

Cucchi, Noury (Amnesty): "Stefano ed Ilaria sono entrambi simboli dei diritti umani"

"Patrimonio di una parte bella dell’Italia che si riconosce nell’importanza dei diritti umani"

(Roma). "Dopo 12 anni dalla morte di Cucchi, Italia c’è ancora un problema di diritti umani. Credo che, proprio grazie alla battaglia di Ilaria, siamo più vicini ad avere un’opinione pubblica più sensibile che va a creare le condizioni per far sì che si arrivi alla verità e alla giustizia". Così il portavoce di Amnesty International, Riccardo Noury, a margine del primo giorno del settimo memorial organizzato per ricordare Stefano Cucchi a dodici anni dalla sua scomparsa. "Stefano ed Ilaria sono entrambi i simboli dei diritti umani. Il primo come simbolo tragico della violenza dello Stato, la sorella è una leader del movimento dei diritti umani perché intorno alla sua battaglia si è costruita una sensibilità che eviterà il ripetersi di storie come quelle di Stefano ha continuato -. La giornata di domani sarà importante per tutto il Paese. Stefano è un patrimonio di una parte bella dell’Italia, quella che si riconosce nell’importanza di lottare per i diritti di tutte e di tutti". (Davide Di Carlo/alanews)

—- Trascrizione generata automaticamente —-
12 anni fa Stefano Cucchi è stato ammazzato Dopo 12 anni in Italia c’è un problema di diritti umani cioè rimane un problema di diritti umani Basti pensare al numero delle persone che sono morte in custodia dello Stato ai casi di tortura nelle carceri Quindi il problema Cioè però credo che proprio grazie alla battaglia di Ilaria della sua famiglia grazie al processo che hai più processi che sono andati avanti in questi anni siamo più vicini non ad avere verità e Giustizia su tutte storie dolorose Però davvero una sensibilità un’opinione pubblica mezzi di informazione più sensibile che creano le condizioni perché poi deve ritirare giustizia se arrivi Stefano Cucchi Dopo 12 anni è diventato simbolo di queste battaglie di questi diritti umani lo sono entrambi Stefano Ilaria Stefano come il simbolo tragico della violenza stato del iniziare mancanza di volontà di mettersi a disposizione da parte dello stato per dare giustizia una famiglia che la reclamava Giustamente però Ilaria io l’ho definita una leader del Movimento per i diritti umani perché intorno alla sua battaglia si è costruita una sensibilità un’attenzione un’emozione che fa sì che io sono convinto che sarà molto difficile che accadono altre storie come Stefano e e quando si dice io lo faccio perché non accada più Ecco forse siamo arrivati vicini a dare concretezza a domani sarà una giornata importante non solo per Roma per tutto il paese Stefano è un patrimonio di una bella di questo paese non è solo una storia di Roma è una storia dell’Italia una storia che dobbiamo ricordare da più punti di vista della inflitta a un ragazzo ma anche del suo volto sorridente di una famiglia e Stefano appartiene a questo paese che Siri non scende l’importanza di lottare per i diritti di tutte e di tutti