Dalla lettera del Ministero ai sorci