De Donno: Suicidio o Scelta di Potere?

Ieri sera è stato trovato morto nella sua casa di Eremo il dottor De Donno, medico che aveva curato malati di Covid19 gravi con il plasma iperimmune, ovvero il sangue ricco di anticorpi dei guariti dal coronavirus.
In breve questa pratica era diventata, nella primavera dello scorso anno, l’unica arma contro il Coronavirus, almeno nelle fase iniziali della malattia. In poco tempo diventò il primario più conosciuto d’Italia, ma poiché i suoi metodi non rientravano nelle previsioni di determinati poteri, su di lui si scatenarono tante polemiche.
Alla fine la medicina ufficiale non ritenne che quello fosse la cura più indicata per il Covid, anche se in molti guarirono legandosi per sempre con eterna gratitudine al primario mantovano.
A giugno il professor De Donno si era dimesso per tornare a fare il medico di base. Un dottore illustre che con le sue ricerche stava salvando vite, era tornato a fare il medico di base. Perché?
Perché oggi piangiamo la scomparsa di una delle voci che avevano avuto il coraggio di uscire dal coro, senza vaccini, ma con il plasma iperimmune, riportando risultati straordinari?
Apri la mente.
Indaga il dubbio.
Ricordati di essere libero. Sempre.