“È il più grande attacco speculativo dal 2008”: già pronto il nuovo virus da sganciare post-elezioni

▷ AIUTA L’INFORMAZIONE LIBERA, SOSTIENICI: https://donazioni.radioradio.it/

▷ COMPILA IL QUESTIONARIO, ASCOLTA LA TUA VOGLIA DI ESPRIMERTI: http://q.opinioni.net/access/radioradio.php?prov=site2#bollette

Pare ormai evidente che il prossimo #governo che verrà sarà formato da partiti non troppo amici dei padroni di #Bruxelles: ci saranno sicuramente nuove forze fortemente antisistema all’interno del Parlamento, ed ecco che i mercati corrono ai ripari.
Sì, quei famosi mercati che avrebbero dovuto insegnare agli italiani come votare e che evidentemente dei bravi insegnanti non sono stati, se ancora una volta gli italiani (si spera) porteranno al governo qualcuno non troppo incline ai diktat dell’#UE.
Ed ecco che dagli hedge fund parte la più grande scommessa contro il debito italiano. Si dice essere il più grande attacco speculativo dal 2008 ad oggi.

▷ ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE: https://bit.ly/2MeYWI7
▷ ULTERIORI APPROFONDIMENTI SU: https://www.radioradio.it/

Il #FinancialTimes ha perfino lanciato un vero e proprio allarme dicendo che i gestori dei fondi speculativi stanno scommettendo contro il nostro debito, apparentemente perché l’aumento dell’instabilità renderebbe i nostri titoli di Stato più rischiosi.
In realtà sappiamo bene che lo Spread tornerà ad essere quel virus che infetterà i mercati ad orologeria. Terminata la fase del virus che ha infettato la popolazione, ora si tornerà al morbo che attacca i mercati.

Ancora una volta il differenziale con i #Bund tedeschi verrà usato come una clava. Un’arma contro il governo italiano, qualora dovesse adottare misure non gradite a #Bruxelles.
Altro giro, altra corsa.

#LaMatrixEuropea