FIUMI DI DENARO SU PAZIENTI COVID ▷ MALVEZZI: “VI SPIEGO PERCHÉ ACCADE PROPRIO NELL’EPOCA DI DRAGHI”

Il malato dichiarato affetto da #Covid 19, rispetto ad altri, oggi viene trattato in modo differente all’interno degli #ospedalipubblici sotto il profilo economico. Il 19 novembre viene pubblicato sulla #GazzettaUfficiale il provvedimento del 12 agosto 2021 dal titolo ‘Remunerazione di una funzione assistenziale e di un incremento tariffario per le attività rese a pazienti affetti da COVID-19’, di cui all’articolo 2 vediamo scritto che ‘L’incremento tariffario massimo, per ciascun episodio di ricovero con durata di degenza maggiore di un giorno, è pari a 3.713 euro se il ricovero è avvenuto esclusivamente in area medica e a 9.697 euro se il ricovero è transitato in #terapia intensiva’.

▷ ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE: https://bit.ly/2MeYWI7
▷ ULTERIORI APPROFONDIMENTI SU: https://www.radioradio.it/

Ma esattamente in che modalità e termini? E perché guarnire la sanità pubblica di tariffe del genere, magari per un solo giorno trascorso in terapia intensiva?
Secondo l’economista Valerio #Malvezzi "il problema è il fatto che, così ragionando, si costruisce uno Stato come un’azienda": questo potrebbe portare alla costruzione di "uno Stato non a misura dell’essere umano ma a misura del contribuente"
Cosa comporta in termini pratici? Il benessere sociale non è più al primo posto, ma al secondo. Subito dopo i pareggi di #bilancio.

Valerio Malvezzi ci ha detto di più a "Un giorno speciale".