GAS, LO SPOT DEL TERRORE CELA I RESPONSABILI ▷ L’IRA DI MELUZZI: “L’UE COME LA RANA DI ESOPO”

▷ AIUTA L’INFORMAZIONE LIBERA, SOSTIENICI: https://donazioni.radioradio.it/

▷ COMPILA IL QUESTIONARIO, ASCOLTA LA TUA VOGLIA DI ESPRIMERTI: http://q.opinioni.net/access/radioradio.php?prov=site2

Un video pubblicato da #RussiaToday mostra le conseguenze in #Europa della chiusura dei rubinetti del #gas da parte di #Mosca: un Europa avvolta dal freddo, desolata, immobile. Immagini cupe che potrebbero diventare realtà, considerando che qualche giorno fa #Gazprom ha annunciato la sospensione delle forniture attraverso il #gasdotto #NordStream1 e ha lanciato un aut aut a #Bruxelles: niente più #rifornimenti se non si porrà fine alle #sanzioni.

Il Professor #AlessandroMeluzzi vede in quello che sta accadendo un triste revival del passato: “Nella novella di #Esopo, la rana – come l’#UnioneEuropea – si gonfia, si gonfia, si gonfia per poter fronteggiare un animale più grosso di lei fino a scoppiare. Vi fu un momento nel quale arrivò da #Berlino l’ordine a #Mussolini di invadere la #ValledelDon e la #Russia: i Generali cercarono di spiegargli che non avevano né carrarmati né riscaldamento e neanche le scarpe adatte per andare nella neve. E si è visto che fine ha fatto l’#ARMIR [‘Armata italiana in Russia’, ndr] con 160mila morti nell’invasione della Russia”.

▷ ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE: https://bit.ly/2MeYWI7
▷ ULTERIORI APPROFONDIMENTI SU: https://www.radioradio.it/

“Ecco, l’Europa sta andando esattamente in questa direzione, tutto qua. Io credo che i patimenti che dovremo affrontare a causa di questo delirante adeguamento agli ordini che vengono non dall’#America, ma dal #DeepState americano dei satanisti #dem, che avete già visto in azione su tante cose e che in questo momento si stanno impadronendo (con quella matta del #RegnoUnito e di qualche altra parte dell’Europa) di tutto, saranno enormi. Credo che i dolori che ci aspettano saranno sufficienti per fare ragionare la gente. Ci troviamo di fronte a un delirio colpevole di cui prima o poi la #Storia chiamerà la classe dirigente italiana ed europea a rendere conto. Come diede conto Mussolini dei danni e delle centinaia di migliaia di morti dell’ARMIR”.