GIORGIA MELONI, LA STRATEGIA PER RESTARE AL POTERE ▷ CONTRI: “SE NON SI MUOVE CON PASSI FELPATI…”

▷ AIUTA L’INFORMAZIONE LIBERA, SOSTIENICI: https://donazioni.radioradio.it/

"A me il discorso della #Meloni è piaciuto sia per l’impianto sia per quel minimo di retorica necessaria e mai travalicante. Il fatto che abbia detto in maniera perentoria che sulla #Salute non avrebbero fatto gli errori del #Governo precedente lascia ben sperare". Il Professor #AlbertoContri commenta così le parole del #PresidentedelConsiglio alla #CameradeiDeputati. Parole divisive, che hanno subito suscitato polemiche: da un lato, c’è chi ci vede una retromarcia rispetto all’impegno portato avanti fino a quel punto e chi, invece, vede l’esatto contrario.

▷ ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE: https://bit.ly/2MeYWI7
▷ ULTERIORI APPROFONDIMENTI SU: https://www.radioradio.it/

Contri, tuttavia, non si è lasciato sfuggire un particolare: "Mentre la Meloni parla di una commissione d’inchiesta su come sono andate le cose, ho sentito #Salvini ridurre la questione a chi ci ha guadagnato e chi non, che è la parte minore e meno grave". Sembra quasi, dunque, che all’interno della stessa maggioranza di Governo e, in particolare, tra l’inquilina di #PalazzoChigi e il neo-Ministro delle #Infrastrutture, alberghino opinioni diverse quando si parla di #Covid.

Non manca, poi, chi ha criticato Giorgia Meloni per aver dato priorità ad alcuni argomenti a scapito di altri. E anche su questo Contri non ha dubbi: "Non si può pensare che nel discorso iniziale ci sia tutto, non siamo così fessi da pensare che immediatamente si metta a gridare contro l’#Europa come ha fatto in passato. Adesso se non si muove con passi felpati come un gatto, il nostro #spread schizza a 800 punti base. C’è una necessità tattica. Ma alcune cose le ha dette, per esempio quando ha parlato di difendere la #sovranitàalimentare, della serie: ‘Stiamo in Europa, ma non ci stiamo allo stesso modo’. Non pretendiamo tutto e subito, valutiamole giorno per giorno le persone".