Giustizia, Barelli: “Soddisfatti da riforma che era nel nostro programma”

Giustizia, Barelli: "Soddisfatti da riforma che era nel nostro programma"

"In Europa non ci è piaciuto atteggiamento dei Verdi. Olimpiadi? Senna è inquinata, è imbarazzante"

Politica (Roma). "Forza Italia da sempre promuove una riforma che metta al centro la persona e valorizzi accusa e difesa di fronte a un giudice terzo. Non vuole che ci siano cittadini sbattuti in prima pagina. Soddisfatti di una riforma che era nel nostro programma. In Europa le preoccupazioni di Meloni sono giustificate, specialmente per la tenuta dei conti ma d’altra parte le condizioni devono tenere conto di una contribuzione di tutti i paese per tutela e difesa della libertà. La coalizione più è ampia meglio è, vanno rispettati valori e prerogative, certamente non ci è piaciuto l’atteggiamento della riconversione promossa dai Verdi nell’ultima commissione, per cui credo sia necessario parlare di temi e programmi. Olimpiadi? Senna inquinata serve soluzione alternativa, situazione imbarazzante a poche settimane dalle gare". Lo ha dichiarato il capogruppo alla Camera dei Deputati di Forza Italia Paolo Barelli. (Pasquale Luigi Pellicone/alanews)

—- Trascrizione generata automaticamente —-
cesso di Forza Italia Forza Italia è da sempre e promuove una riforma della Giustizia che metta al centro la persona e che valorizzi l’equidistanza di accusa e difesa con pari diritti al cospetto di un giudice terzo forse Italia non vuole assolutamente che sono sbattuto in prima pagina cittadini prima che un giudice abbia stabilito che siano colpevoli quindi sono argomenti che trovano soddisfazione in questo testo è che saranno completati con altri provvedimenti nel quadro di una riforma della Giustizia che era nel programma del centrodestra in particolare di Forza Italia ma io ritengo che siano corretti alle preoccupazioni di Giorgia Meloni in altra parte stiamo discutendo di avere un peso all’interno della commissione europea anche per rivedere il patto di stabilità che dà delle imposizioni Specialmente al nostro paese molto strette nell’ambito La tenuta dei conti è Ma d’altra parte le condizioni internazionali diciamo devono tener conto del fatto che ci sia effettivamente una contribuzione da parte di tutti i paesi per la tutela e la difesa della libertà e dagli incidenti che amiamo così che si sono verificati ad esempio con la visione della Russia nei confronti del dell’Ucraina Quindi io credo che per essere all’interno di una coalizione occorre anche assumersi le responsabilità discendenti della coalizione più ampia sia meglio è però vanno rispettati quei valori e quelle prerogative che poi devono tenere cementata una maggioranza per tutto il periodo della legislazione certamente a noi non è piaciuta atteggiamento è strumentale e politicizzato della riconversione ambientale e genetica promossa e specialmente dai verdi e nell’ultima commissione negli anni precedenti per cui non credo che più che parlare diciamo di partecipano alla quali zione occorre parlare assolutamente dei temi e dei programmi più atleti nella storia d’Italia dalla numerosissima rappresentazione Ma per il modo in acque libere sono ancora dei problemi per la pare che sia inquinata leggiamo i giornali e credo che ci sia Casomai una soluzione alternativa nel campo gara del canottaggio è il bracciante che ha pochi giorni lavoro in piedi ancora non ci sia questa chiarezza e lo dico pensando agli atleti che devono sapere dove svolgere la gara un conta di un fiume un conto è in un in un bacino al chiuso vedremo quando mi faranno sapere per la federazione Non lo so francamente non lo so il Comitato Olimpico credo che da qualche giorno Dovrà decidere insieme alla federazione internazionale