Grosso rischio in autunno per l’Italia: al contrario di Draghi, noi vogliamo pensare al paese

▷ AIUTA L’INFORMAZIONE LIBERA, SOSTIENICI: https://donazioni.radioradio.it/

Questa volta siamo qua a #Gaeta per manifestare per un’Italia di pace, per un’#Italia sovrana, libera, indipendente, fuori dalla #Nato.

Lo facciamo con tanti altri amici e compagni che vogliono manifestare in un fronte unito rispetto a questa tematica che vede davvero un rischio enorme per l’Italia. Qui a Gaeta abbiamo una base americana, potrebbe essere un bersaglio, potrebbe essere un luogo da cui partono azioni offensive.

Noi vogliamo pensare al nostro paese cosa che non fa #Draghi. Lo vedete: è solo immerso a chiedere più sanzioni, più armi. Lo facciamo con tante persone, con #FrancescoToscano di #AncoraItalia, con #StefanoD’Andrea di #Riconquistarel’Italia, con #FulvioGrimaldi che è un giornalista. Lo facciamo con i nostri splendidi compagni di Gaeta, con #Crocco. Lo facciamo con #IgorCamilli a nome del #ComitatoNoDraghi. Lo facciamo con #AntonioIngroia di #AzioneCivile.

▷ ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE: https://bit.ly/2MeYWI7
▷ ULTERIORI APPROFONDIMENTI SU: https://www.radioradio.it/

Siamo in tanti ma non siamo abbastanza. Abbiamo bisogno di ogni singola presenza, di ogni persona che voglia impegnarsi per i temi della #pace contro la guerra e per ridare dignità e forza al nostro paese. È un tema importante quello della #guerra ma chiaramente non si può slegare da quello che sarà, purtroppo, il contesto economico e sociale dell’autunno dove vedremo un grosso rischio per il nostro paese: chiusure di aziende piccole e medie; #licenziamenti; grandi difficoltà per un paese che invece dovrebbe puntare ad altro.

Per un’Italia libera, sovrana e indipendente, oggi a Gaeta siamo in tanti.

3 Minuti con #MarcoRizzo