HANNO PAURA DELLE ELEZIONI. E AVVELENANO LA DEMOCRAZIA – La pietra di Paragone

▷ AIUTA L’INFORMAZIONE LIBERA, SOSTIENICI: https://donazioni.radioradio.it/
▷ COMPILA IL QUESTIONARIO, ASCOLTA LA TUA VOGLIA DI ESPRIMERTI: http://q.opinioni.net/access/radioradio.php?prov=site2

"The Real Anthony Fauci" questo libro l’ha scritto Robert F. Kennedy Jr. e me lo ha consegnato ieri attraverso una ambasciata.
Un libro a cui tengo particolarmente intanto per il certificato di autenticità e per la dedica e poi perché me lo ha regalato in un giorno particolare: ieri abbiamo omaggiato il prof. #LucMontagnier e lo abbiamo fatto con amici, con #medici (quindi i colleghi del prof. Montagnier).

Tra gli amici ringrazio particolarmente Suzanne Mcdonnel che è la compagna che ha portato e ha accompagnato il prof. Montagnier a Milano e ieri insieme all’avvocato Vigni abbiamo guardato il telefonino, abbiamo guardato le immagini e i video che ancora conserviamo di quando abbiamo suonato insieme il pianoforte. Quella tre giorni di Milano non è stato soltanto il grande evento che sicuramente voi ricorderete ma è stato anche un momento di intimità, di amicizia, di un confronto sereno. Non posso che ringraziare il prof. #Bizzarri, il prof. #Frajese, il prof. #Barbaro perché insieme abbiamo cercato di togliere tutte quelle sporche etichette denigratorie, classiste, discriminatorie che hanno appiccicato addosso al prof. Montagnier.

▷ ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE: https://bit.ly/2MeYWI7
▷ ULTERIORI APPROFONDIMENTI SU: https://www.radioradio.it/

Il titolo era provocatorio: Montagnier aveva ragione. Quando alla fine del convegno sono arrivati i giornalisti, tutti hanno subito iniziato a dire "ma su cosa aveva ragione? Quali dati avete mostrato?". Lì ho capito che il giornalista e il #giornalismo (fatto così) non capisce la grande lezione. Noi, con quel titolo, cosa volevamo dimostrare? Volevamo dimostrare che Montagnier aveva ragione in un qualcosa che era molto più dei dati. Montagnier aveva ragione quando diceva: "se la #scienza, se lo scienziato si nasconde dietro la sua pseudo-#verità quando ha paura di confrontarsi con gli altri, allora non è più scienziato, è una altra cosa". La differenza tra #BigPharma e la ricerca è altro. Big Pharma non insegue la ricerca che deve produrre una guarigione, un benessere. Big Pharma diventa la società quotata in borsa che gioca dentro le dinamiche.

CONTINUA SU: https://www.radioradio.it/2022/07/hanno-paura-delle-elezioni-e-avvelenano-la-democrazia/