I professionisti dell’informazione cadono ancora: trionfa l’ipocrisia sulle proteste no green pass

Vorrei commentare per sommi capi la manifestazione contro il fascismo indetta dalla #CGIL a Roma, sabato scorso. Vorrei partire da una considerazione di ordine strettamente geometrico. Sarebbe interessante capire su quali basi geometriche i giornali abbiano detto che il 25 settembre la piazza di #SanGiovanni che manifestava contro l’infame tessere verde avesse al suo interno non più di 3 mila manifestanti.

▷ ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE: https://bit.ly/2MeYWI7
▷ ULTERIORI APPROFONDIMENTI SU: https://www.radioradio.it/

Come è possibile che invece, in relazione alla manifestazione indetta dalla CGIL contro il fascismo questo sabato, la stessa piazza San Giovanni fosse piena solo per un terzo e le persone fossero per i giornali 200 mila?. Come è possibile? Si tratta di una scarsa competenza geometrica, si tratta di propaganda organizzata o forse è piazza San Giovanni che si dilata e si restringe a seconda di chi organizza la manifestazione? La CGIL è scesa in piazza contro il fascismo e poi accetta l’infame tessera verde e del controllo totale e totalitario. Come non vedere che siamo di fronte ad un classico esempio di bi-pensiero orwelliano.

CONTINUA SU:

RadioAttività, lampi del pensiero con #DiegoFusaro