IL DRAMMA DEI GIOVANI IN ITALIA ▷ MALVEZZI: “DAI DATI SI CAPISCE PERCHÉ QUESTO PAESE È SENZA FUTURO”

I #giovani ed il #lavoro. La situazione occupazionale in Italia non è certo da lodare. Le statistiche raccolte e spiegate dal Prof. Valerio #Malvezzi, e dal suo staff di collaboratori, lanciano un allarme davvero preoccupante. La decrescita costante delle assunzioni, nella fascia dai 18 ai 39 anni, è una macchia enorme nel sistema economico del nostro paese.

▷ ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE: https://bit.ly/2MeYWI7
▷ ULTERIORI APPROFONDIMENTI SU: https://www.radioradio.it/

Un’altra nota dolente è quella relativa al #NEET. Tale sigla prende in esame, in linea sostanziale, chi nello stivale non studia, non lavora e non cerca una chance professionale. L’#Italia è il paese che vanta i numeri più elevati in questa graduatoria poco edificabile. Noi peggio di #Grecia, #Spagna e #Francia. All’alba degli anni novanta i vertici degli organismi continentali avevano promesso mari e monti a tutto il Vecchio Continente.

A distanza di quasi 30 anni il sogno sembra essere definitivamente svanito. Il risveglio si è tramutato in un incubo caratterizzato da #povertà diffusa e tante altre nefaste conseguenze. In tale contesto si scatena il fenomeno dei trasferimenti definitivi all’estero. In pochi optano per il ritorno in patria. In questo disastro in piena regola la classe politica di certo non è esente da colpe. Il ricorso alla discutibile strategia dell’#immigrazione incondizionata non può portarci troppo lontano. Urgono competenze professionali specifiche per rivitalizzare le sorti economiche italiane.

L’intervento a Un Giorno Speciale del Prof. #ValerioMalvezzi con i relativi grafici.