Il Governo della destra bluette proseguirà sulla solita linea imperialista

▷ AIUTA L’INFORMAZIONE LIBERA, SOSTIENICI: https://donazioni.radioradio.it/

Si dice assai frequentemente in questi giorni che è ancora troppo presto per giudicare un #Governo, quello della destra bluette neoliberale, che si è appena venuto costituendo, sicché i tempi non sono ancora maturi per esprimere un giudizio articolato sull’operato di un Governo che di fatto ancora non ha avuto modo di operare concretamente. Tutto questo è efficacemente vero, inutile negarlo. E tuttavia possiamo provare a ragionare insieme intorno alle dichiarazioni che sono state svolte dai protagonisti di questo Governo, dacché da quelle dichiarazioni potremo forse inferire il senso generale di un Governo che, è vero, ancora non ha iniziato ad agire, ma già ha tracciato alcune linee di tendenza di quelle che saranno le proprie azioni.

Partiamo anzitutto da #GiorgiaMeloni, che è la domina di questo Governo e la quale Giorgia Meloni ha fatto fede apertamente di totale a tarantismo e di totale europeismo. L’ha detto senza perifrasi: "Chi non vuole rimanere nel perimetro dell’europeismo e dell’atlantismo può anche uscire immediatamente da questo Governo". Il messaggio probabilmente era rivolto in maniera diretta e nemmeno troppo velata contro #SilvioBerlusconi, colpevole di aver fatto trapelare alcuni messaggi di apertura, anche umana, verso Putin. Prendiamo poi le affermazioni di Guido Crosetto, uno dei fondatori, anzi, il fondatore di Fratelli d’Italia, uno dei principali esponenti del partito.

▷ ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE: https://bit.ly/2MeYWI7
▷ ULTERIORI APPROFONDIMENTI SU: https://www.radioradio.it/

Ebbene, Crosetto ha specificato, senza perifrasi anche in questo caso, che sull’invio di armi all’Ucraina si farà come vorranno gli alleati. Cioè, in sostanza come vorrà la #NATO e quindi, a maggior ragione, come vorranno gli #StatiUniti d’America. Anche in questo caso abbiamo una conferma dell’atlantismo esasperato di cui dicevamo poc’anzi. Per parte sua, #Tajani come prima cosa ha amorevolmente telefonato al ministro degli Esteri ucraino e lo ha fatto garantendo pieno appoggio. Quindi, anche in questo caso avvalorando ciò che aveva già detto, o meglio cinguettato su Twitter Giorgia Meloni, e che conferma una volta di più che sul piano della politica estera, il Governo della destra bluette proseguirà sulla solita linea: invio di armi a oltranza all’Ucraina, sanzioni alla Russia, piena adesione all’imperialismo atlantista made in #USA. Per quel che riguarda poi Pichetto Fratin, Ministro dell’#Energia. Ebbene, egli ha assicurato che continuerà sulle orme di Cingolani. Dirò di più, si parla già in questi giorni, e sono voci ufficiali confermate dal Governo, del fatto che Cingolani continuerà a collaborare con il Governo stesso e quindi forse affiancherà Pichetto Fratin.