“IL VACCINO HA FATTO REPLICARE LE VARIANTI” ▷ BIZZARRI SPIEGA GLI STUDI: “IL TEMPO È GALANTUOMO”

▷ AIUTA L’INFORMAZIONE LIBERA, SOSTIENICI: https://donazioni.radioradio.it/

▷ COMPILA IL QUESTIONARIO, ASCOLTA LA TUA VOGLIA DI ESPRIMERTI: http://q.opinioni.net/access/radioradio.php?prov=site2

Si insinua sempre più il dubbio che avesse ragione il Prof. #Montagnier, premio #Nobel per la #medicina, quando diceva che il #virus era sicuramente artificiale. Nuovi studi stanno facendo luce sulle cause della nascita delle #varianti e sulla misura in cui la loro diffusione sia stata favorita dalla #vaccinazione di massa. In molti stanno facendo un passo indietro su una tesi che pare essere sempre meno tabù.

A spiegarne la base scientifica è il prof. #MarianoBizzarri, oncologo e ricercatore dell’Università La Sapienza di Roma: “Nella tonnara, per poter uccidere i tonni bisogna circondarli. Per pensare di distruggere il virus con il vaccino si deve averne in mano uno tanto efficace da impedire che uno ‘dei tonni’, dei virus, sfugga. Se il virus sfugge al controllo del #vaccino e sviluppa resistenza permette – a causa della pressione stessa indotta dal vaccino – alla variante che sfugge di replicarsi e aumentare a dismisura. Così le abbiamo favorite“.

▷ ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE: https://bit.ly/2MeYWI7
▷ ULTERIORI APPROFONDIMENTI SU: https://www.radioradio.it/

Il prof. Bizzarri, criticato proprio come il premio Nobel Luc Montagnier per le sue posizioni in tema vaccini, non demorde e continua a studiare anche la questione legata alla protezione ‘negativa’ dei sieri a lungo termine: “Ho scritto un articolo in cui mettevo in evidenza come questi vaccini siano in realtà delle forme di terapia genica a tutti gli effetti. Con l’#mRNA noi andiamo a fornire un’informazione genetica finalizzata alla produzione di una proteina e anche se non rientra nell’ambito della terapia genica classica – che consiste nell’inserimento stabile di un genere – è comunque un’informazione di tipo #genetico con carattere più o meno transitorio, tale è stata rivendicata. Quindi è una forma di terapia genica e non è un vaccino, perché la definizione di vaccino è ‘quel preparato che consente di evitare il contagio, di bloccarlo, di interromperlo’ e se c’è una cosa che questi vaccini non fanno è proprio questa: una volta che ho fatto il vaccino non ho nessuna garanzia di non poter #infettare gli altri”.

CONTINUA SU: https://www.radioradio.it/2022/08/il-vaccino-ha-fatto-replicare-le-varianti-bizzarri/