IMMUNITÀ NATURALE MEGLIO DI UN VACCINO mRNA: C’È LO STUDIO ▷ GIORLANDINO: “LA PROTEZIONE È TOTALE”

▷ AIUTA L’INFORMAZIONE LIBERA, SOSTIENICI: https://donazioni.radioradio.it/

▷ COMPILA IL QUESTIONARIO, ASCOLTA LA TUA VOGLIA DI ESPRIMERTI: http://q.opinioni.net/access/radioradio.php?prov=site2

#Immunità naturale? Meglio di un vaccino mRNA. Studiosi come il dott. #Giorlandino avevano prospettato una protezione immunologica totale sin dai primi albori pandemici, ma dopo uno studio condotto dallo stesso istituto #Altamedica è acclarato: la memoria immunologica di chi ha contratto il #virus permane a lungo e contro qualsiasi variante.
Lo studio che sarà presentato al congresso della Società Italiana di Genetica Umana classifica anche i diversi livelli di protezione, di fatto quantificandola tra diversi casi: vaccinati, vaccinati infetti e protetti da sola immunità naturale (senza vaccino). Quello che si evince, è che la #protezione dei vaccinati che hanno contratto il Covid era leggermente superiore a quella dei non vaccinati infetti.

▷ ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE: https://bit.ly/2MeYWI7
▷ ULTERIORI APPROFONDIMENTI SU: https://www.radioradio.it/

Era, appunto. Perché i vaccini mRNA non hanno la stessa memoria immunologica dei linfociti da immunità naturale, bensì sono progettati ad hoc per un virus o una variante specifica. Peccato che la spike delle attuali varianti sia totalmente differente dalla #spike della prima ‘versione’ del Sars-Cov-2, dunque cosa ne facciamo di un siero ‘progettato’ per una spike ormai obsoleta?
Approfondiamo con il Dott. Claudio Giorlandino, direttore scientifico del Centro di Ricerca Altamedica.