LA LEADERSHIP USA VACILLA ▷ AMODEO: “AVREMO LEADER ATLANTISTI MA CONTRO L’AMMINISTRAZIONE AMERICANA”

▷ AIUTA L’INFORMAZIONE LIBERA, SOSTIENICI: https://donazioni.radioradio.it/

▷ COMPILA IL QUESTIONARIO, ASCOLTA LA TUA VOGLIA DI ESPRIMERTI: http://q.opinioni.net/access/radioradio.php?prov=site2

La caduta di #BorisJohnson nel #RegnoUnito e di #MarioDraghi in #Italia lascia intendere che qualcosa nel mondo sta cambiando. A spiegarlo è #FrancescoAmodeo, giornalista e scrittore: “Dopo la #SecondaGuerraMondiale, gli americani sono riusciti a creare un mondo unipolare, il famoso ‘#nuovoordinemondiale’ a guida statunitense. Ora questo #unipolarismo sta per finire inesorabilmente: andiamo verso un mondo #multipolare perché ci sono potenze emergenti, come la Cina, che reclameranno un posto ai vertici del mondo. Una parte degli apparati americani – quella #neocon alleata ai #dem dell’amministrazione #Biden – non lo accetta, per cui sta tentando un colpo di coda per provare a ristabilire il mondo unipolare. Ovviamente non ci riusciranno, ma noi paghiamo le conseguenze nefaste di questo tentativo in corso proprio in questo particolare momento storico”.

Ma l’#America è divisa. Se da una parte ci sono i neocon guerrafondai, dall’altra ci sono i ‘kissingeriani’ di ferro: “Quello che reclamano i neo-realisti e #Kissinger è che avrebbero dovuto fare esattamente quello che hanno fatto durante la #GuerraFredda, ossia fare implodere l’#UnioneSovietica in maniera silenziosa, all’epoca per farlo utilizzarono la #Cina in funzione antisovietica. Ora volevano utilizzare la stessa strategia usando la #Russia in funzione anti-cinese e invece la parte dominante degli apparati americani non ha seguito questa strategia e sta creando uno sconquasso enorme”.

▷ ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE: https://bit.ly/2MeYWI7
▷ ULTERIORI APPROFONDIMENTI SU: https://www.radioradio.it/

E in #Europa? “La cosa che dobbiamo sottolineare è che questi apparati guerrafondai, che sono in questo momento predominanti negli #StatiUniti, sono però minoritari in Europa perché tutto l’impianto europeo e i maggiori governi europei sono nati sotto l’influenza di Kissinger e degli apparati neorealisti, che hanno seguito negli anni Sessanta la nascita dell’#Unioneeuropea proprio in funzione anti-sovietica. In Europa, quindi, questi sono maggioritari, ed è il motivo per cui quei Premier che sono sbilanciati marcatamente in favore dell’#Ucraina stanno cedendo il posto, e vedremo l’arrivo anche in Italia di Presidenti fortemente atlantisti ma sbilanciati contro l’amministrazione americana. E qui si spiega l’ascesa di #GiorgiaMeloni“.