La manina Usa sulle dimissioni di Draghi: lo scontro tra fazioni a Washington travolge ora l’Italia

▷ AIUTA L’INFORMAZIONE LIBERA, SOSTIENICI: https://donazioni.radioradio.it/

Da una parte ci sono i neocon americani che sono alleati dei Dem dell’amministrazione #Biden, sono quei pazzi guerrafondai che vogliono arrivare dal 2014 allo scontro diretto con la #Russia, credono che rilanciare la leadership americana debba passare per forza da uno scontro con la Russia da considerare come primo round della guerra con la #Cina. Quindi sono quei folli che vogliono rilanciare la leadership attraverso la guerra.

▷ ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE: https://bit.ly/2MeYWI7
▷ ULTERIORI APPROFONDIMENTI SU: https://www.radioradio.it/

Dall’altra parte negli apparati americani ci sono i c.d. neorealisti che fanno capo allo spietato Henry Kissinger e che vedono come principale ostacolo alla leadership statunitense la Cina. Dunque vedono la Russia in una funzione anti-cinese. Indurre #Putin ad entrare in #Ucraina, ad uno scontro diretto, non farebbe altro che avvicinare la Russia alla Cina, rafforzando il principale nemico degli Usa.