La «ragazza con la coda» è viva: non si tratta di Hadis ma combatte per lei

La rivelazione di Bbc che ha parlato con la donna diventata simbolo delle proteste in Iran

"Sono quella ragazza che coraggiosamente si lega i capelli e va alle proteste. Io non sono Hadis Najafi, ma combatto per tutte le Hadis e le Mahsa. Non abbiamo paura che ci uccidiate". In un video pubblicato su BBC farsi riappare la ragazza con la coda del video diventato virale nei giorni scorsi. E conclude il messaggio, girato da dietro, incamminandosi e facendo con le dita il segno della vittoria: "Con la speranza della libertà in Iran". Era stata Shirin Najafi, la sorella di Hadis Najafi, la ventenne di Karaj uccisa nelle manifestazioni in Iran, a dire che si trattava di sua sorella, e la notizia era stata rilanciata da moltissimi iraniani sui social. Dopo la pubblicazione del filmato, Shirin ha detto di essersi sbagliata: "Pensavo che fosse lei, è proprio come Hadis e quel primo video non aveva voce". La sorella di Hadis Najafi ha pubblicato ieri, domenica 25 settembre, un altro post in cui si rivolge al governo: "Voi le avete sparato al cuore, era una ragazzina che pesava solo 40 chili. Come avete potuto spararle al collo, alla mano, alla fronte, alla faccia. Quanti colpi per una ragazzina di 40 chili. Io non dimenticherò, io vi sparerò". ( LaPresse (testo di Viviana Mazza) / LaPresse/AP – CorriereTv ). Guarda il video su Corriere: https://video.corriere.it/esteri/ragazza-la-coda-viva-non-si-tratta-hadis-ma-combatte-lei/81925b24-3d9f-11ed-823a-d6cc1a3a6eda