La trappola Internet, la rete per noi

La demonetizzazione di Byoblu decisa da YouTube in questa fine di febbraio 2021 segue di poco quella operata nei confronti di Vox Italia TV, ma anche ulteriori censure vengono operate anche su Twitter e gli altri social.
Una indagine condotta dal noto ‘debunker’ Alex Orlowski ha mostrato involontariamente come i social siano a tutti gli effetti degli strumenti di controllo per verificare in breve tempo le reti di relazioni di gruppi ritenuti scomodi e così, in un possibile futuro, potrebbero essere usati per agire contro i loro componenti così individuati.
L’esclusione permanente dai social avviene però solo quando la funzione di controllo diventa secondaria rispetto a quella di eliminazione di soggetti diventati troppo ‘pericolosi’ per la narrazione dominante, questo è quanto è avvenuto da parte di Twitter per il Presidente Donald Trump e quanto verosimilmente ci si avvia a fare qui in Italia nei confronti di Byoblu da parte di YouTube.
Oltre ai social la rete stessa potrebbe diventare impraticabile, per il luglio prossimo è programmata dal World Economic Forum l’esercitazione ‘Cyber Polygon 2021’ nella quale verrà simulato un blocco parziale o totale della rete Internet, questo significa che in base ad un presunto attacco hacker la rete stessa potrebbe diventare inagibile per molti soggetti tra cui potrebbero esserci singoli siti di ogni genere.
La battaglia dell’informazione sta entrando in una fase particolarmente critica, sarà necessario elaborare sistemi di scambio diretto dei file e delle informazioni, trasferimenti di file anche mediante pen drive ma potrebbero tornare in uso mezzi cartacei e anche gli incontri di persona (ostacolati a loro volta dalle norme anticovid).
Un mezzo totalmente innovativo per la libera informazione sarà costitua dalla TV digitale dove Davvero TV si è mossa per prima, sarà nostro interesse seguire e aiutare questa iniziativa finanziariamente.
Per quanto riguarda Internet quindi un importante cambiamento potrebbe avvenire nel corso dell’anno o nel prossimo futuro, è necessario preparasi per quanto possibile a fronteggiarlo con i pochi mezzi disponibili.