Le antiche civiltà oceaniche – Dario Rizzo e Eduardo Orma

L’Oceania è un continente costituito da migliaia di isole sparse nell’Oceano Pacifico, ed è abitato da esseri umani da almeno 40.000 anni. Le prime popolazioni oceaniche erano cacciatori-raccoglitori che si spostavano da un’isola all’altra in canoa. Nel corso dei millenni, queste popolazioni svilupparono diverse civiltà preistoriche, ciascuna con le proprie caratteristiche uniche.

La Melanesia è una regione dell’Oceania che comprende le isole della Nuova Guinea, della Nuova Caledonia, delle Salomone e delle Vanuatu. Le civiltà della Melanesia erano caratterizzate da un’economia basata sull’agricoltura e la pesca, e da una società matrilineare. I melanesiani erano anche esperti artigiani, e producevano manufatti in ceramica, legno e pietra.

Una delle civiltà preistoriche più importanti della Melanesia è quella della civiltà Lapita, che fiorì tra il 1500 e il 500 a.C. I Lapita erano agricoltori e pescatori che vivevano nelle isole della Nuova Guinea e delle Salomone. Erano anche abili navigatori, e si spostavano da un’isola all’altra in canoa.

Un’altra civiltà preistorica importante della Melanesia è quella della civiltà di Nan Madol, che fiorì tra il 1200 e il 1500 d.C. Nan Madol era una città-stato situata sull’isola di Pohnpei, nelle Micronesia. La città era composta da centinaia di piattaforme artificiali costruite in pietra, e ospitava un’élite aristocratica.

La Polinesia è una regione dell’Oceania che comprende le isole delle Hawaii, della Nuova Zelanda, della Polinesia Francese e di Tonga. Le civiltà della Polinesia erano caratterizzate da un’economia basata sull’agricoltura, la pesca e la raccolta di frutti di mare. I polinesiani erano anche esperti navigatori, e si spostavano da un’isola all’altra in grandi canoe.

Una delle civiltà preistoriche più importanti della Polinesia è quella della civiltà di Aotearoa, che fiorì in Nuova Zelanda tra il 1300 e il 1500 d.C. I Maori, gli abitanti originari della Nuova Zelanda, erano agricoltori, pescatori e cacciatori. Erano anche abili artigiani, e producevano manufatti in legno, pietra e pelle.

Un’altra civiltà preistorica importante della Polinesia è quella della civiltà di Rapa Nui, che fiorì sull’isola di Pasqua tra il 1200 e il 1500 d.C. I Rapa Nui erano agricoltori e pescatori, e costruirono i famosi moai, enormi statue di pietra raffiguranti i loro antenati.