Le origini eversive dell’UE: documenti desecretati tirano in ballo verità imbarazzanti per gli USA

▷ AIUTA L’INFORMAZIONE LIBERA, SOSTIENICI: https://donazioni.radioradio.it/

L’integrazione europea è stata una creatura a tutti gli effetti del Dipartimento di Stato e della #CIA. Ovviamente il progetto di #UnioneEuropea andava a completare quello che era il piano di dominio degli americani, quindi il piano unipolare di dominio degli #StatiUniti sul resto d’Europa e del mondo. L’inizio in pratica di quel nuovo ordine mondiale unipolare a guida statunitense, quello che oggi probabilmente sta finalmente per tramontare.
Quindi quali erano le fasi? Erano innanzitutto il Piano #Marshall che si è sviluppato dal 48 al 52 e che comprende quindi il dominio economico sull’#Europa. Poi c’è la #Nato, che nasce nel 1949 come dominio militare degli Stati Uniti sull’Europa e infine l’Unione Europea, che doveva chiudere il cerchio rappresentando il dominio politico, il dominio commerciale e il dominio culturale degli apparati americani sui paesi europei.

Per capire ulteriormente i legami basti pensare che il ministro degli Esteri belga Paul-Henri Spaak, colui che ha presieduto il rapporto #Spaak che poi ha portato due anni dopo ai famosi Trattati di Roma, cioè la vera nascita della Comunità economica europea, pochi mesi dopo aver firmato sia il l’Euratom – che è il Trattato sulla Comunità Economica Europea – diventa segretario generale della NATO.

▷ ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE: https://bit.ly/2MeYWI7
▷ ULTERIORI APPROFONDIMENTI SU: https://www.radioradio.it/

Questo vi deve far capire lo strettissimo legame che esiste tra la nascita dell’Unione Europea e le oligarchie americane, tra la nascita dell’Unione Europea e l’intelligence americana e anche tra i padri fondatori dell’Unione Europea e la NATO. All’epoca di Spaak segretario generale, alla NATO si parlava “di un’Europa ancora alle prese con i fantasmi della sovranità nazionale definitivamente da trasferire ad una entità sovranazionale, altrimenti verrebbe fortemente penalizzata la vitalità dell’Alleanza atlantica“. Come vedete quello che viene messo al centro è la vitalità della NATO a discapito delle sovranità nazionali.

Ora andiamo ad analizzare insieme quali sono le prove evidenti e documentate che il Comitato americano per la nascita dell’Unione Europea aveva con quelli che sarebbero diventati i padri fondatori. Allora innanzitutto dobbiamo dire che la succursale del Comitato americano per la nascita dell’Unione Europea si chiamava “Movimento Europeo” ed è la più importante organizzazione federalista del #dopoguerra.

Secondo i documenti divulgati da Joshua Paul – che ovviamente non hanno avuto il riscontro che avrebbero dovuto avere – presenti nel National Archive (io ne “La Matrix europea” vi riporto tutti link dove andare anche a ricercare i documenti originali dagli archivi nazionali) l’UE ha addirittura fornito il 53,5% di fondi al Movimento Europeo. E ascoltate bene perché così come documentato questi finanziamenti arrivavano principalmente dalla Fondazione Ford e dalla Fondazione Rockefeller che abbiamo visto essere legate a doppio filo proprio con l’ACUE (American Committee on United Europe).
Per esempio abbiamo già detto che Paul Hoffman è stato il Presidente dell’ACUE ed è stato anche il Presidente della Ford Foundation.

Vedete il legame a doppio giro che c’è tra oligarchie finanziarie americane, padri fondatori dell’Unione europea e padri fondatori dell’intelligence americana e NATO? E’ lì che si crea il circuito, quindi il dominio militare con la NATO, quello economico con il Piano Marshall e quello culturale sociale e politico con la NATO.
Questo era il piano. Questi sono i legami incontrovertibili documentati.

La Matrix europea – La verità dietro i giochi di potere con Francesco Amodeo