MALVEZZI SMENTISCE BRUNETTA IN DIRETTA ▷ “ALTRO CHE EURONE: GUARDATE CHI ERAVAMO CON LA LIRETTA”

La cattiva lira e il buon euro. La fotografia mediatica dell’economia italiana è costantemente improntata su questo principio: una mezza verità che è divenuta quasi un dogma tra le pagine dei quotidiani nazionali più accreditati. Solo mezza, però, perché poi occorre tralasciare la chimera del sogno europeo, e tornare ai numeri.
La domanda "Sì, ma le #politiche unitarie sono servite?" qualcuno dovrà pur farsela dopo trent’anni di sogni e speranze #europee.
Se la fa pragmaticamente il prof Valerio #Malvezzi, che però deve fare i conti con la risposta data sistematicamente in questi casi: "Eh, ma se non ci fosse stato l’ #euro staremmo peggio!", si dice ormai con la prontezza di un orologio a cucù, tanto siamo imbevuti di concetti economici divenuti religiosi.

▷ ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE: https://bit.ly/2MeYWI7
▷ ULTERIORI APPROFONDIMENTI SU: https://www.radioradio.it/

Per questo si chiamano "Pillole di eresia economica" quelle presentate a ‘Un Giorno Speciale’ da Malvezzi: perché guardando col cannocchiale dei numeri scopriamo che tutta questa stabilità e benessere, l’euro non le ha proprio portate.
Ne è un esempio macroscopico il #PIL pro capite reale dal 1970 al 2021, che conosce il suo vero declino intorno ai primi anni 2000 (altro che "tutta colpa della #crisi mondiale"), con buona pace del ministro #Brunetta che non vede "nessuna correlazione" tra la stagnazione economica e la nuova moneta. Diamo un’occhiata al #grafico che inchioda l’euro davanti alle sue responsabilità.