MAZZETTE RUSSE: ERA TUTTO UN BLUFF ▷ MICHETTI: “IMPAURISCONO LA GENTE PER IMPORRE ANNI DI NULLA”

▷ AIUTA L’INFORMAZIONE LIBERA, SOSTIENICI: https://donazioni.radioradio.it/

Mazzette russe ai partiti per manipolare la #democrazia? Niente di vero. A dirlo è stato direttamente oggi il presidente del Consiglio in carica Mario #Draghi, che ha smontato così la notizia propinata da alcuni giornali in questi giorni a lasciar intendere che alcune forze potessero essere coinvolte: "Il segretario di Stato americano Antony #Blinken mi ha confermato l’assenza di forze politiche italiane nella lista di destinatari di finanziamenti russi oggetto dei lanci giornalistici di questi giorni e si è riservato di verificare se ci fosse evidenzia di finanziamenti in altri documenti a disposizione delle autorità americane e si è impegnato a comunicarlo tramite canali istituzionali”.

▷ ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE: https://bit.ly/2MeYWI7
▷ ULTERIORI APPROFONDIMENTI SU: https://www.radioradio.it/

Tutto già finito, no, notizia già obsoleta e mai verificata – nonostante troneggiasse in prima pagina – ma soprattutto non collegabile ad alcuna fazione correlabile al centrodestra. In particolare sulle colonne di Repubblica si leggeva in questi giorni un possibile collegamento della vicenda con Fratelli d’Italia, dalla bocca dell’ex ambasciatore Usa alla Nato, Kurt #Volker. Queste le parole che facevano avanzare sospetti: "Non ho prove dirette personali, ma è un ritornello costante che c’è stata qualche assistenza".
Alcune prove – stavolta vere – potrebbero invece riguardare, sì, membri di partiti europei, ma socialisti.

Alessandro Giorgiutti, de La Verità, è riuscito a scovare alcuni rapporti tra Russia e sinistra europea, si citano tra i nomi attenzionati quello di François Fillon, primo ministro francese dal 2007 al 2012, sotto la presidenza Sarkozy; Christian Kern, cancelliere socialdemocratico austriaco nel biennio 2016-2017, ma anche l’europeista’ Esko Aho, precursore dall’adesione di Helsinki all’Ue. Insomma, di destra non v’è traccia.

Ecco il commento del prof. Enrico #Michetti.