Odifreddi a Camogli: il finito alle prese con l’infinito