PERCHÉ NON FACCIO A MENO DEL GAS RUSSO – La Pietra di Paragone

▷ AIUTA L’INFORMAZIONE LIBERA, SOSTIENICI: https://donazioni.radioradio.it/

▷ COMPILA IL QUESTIONARIO, ASCOLTA LA TUA VOGLIA DI ESPRIMERTI: http://q.opinioni.net/access/radioradio.php?prov=site2

#Caroenergia. La domanda di fondo non è soltanto come pensi di risolvere il problema, la domanda di fondo è molto più imbarazzante (per gli altri): davvero possiamo permetterci di fare a meno del #gas russo? Io penso che la risposta non possa che essere negativa.

Non possiamo fare a meno del gas russo perché per decenni ci siamo alimentati, ci siamo approvvigionati, del gas russo (tra l’altro a prezzi convenienti). Non è una situazione di oggi, è una situazione creata nel corso del tempo e quindi di blocco non puoi pensare di far venire meno questo gas. Lo sa benissimo anche #Putin, che utilizza in termini strategici questa dipendenza, però noi abbiamo costruito un opzione di dipendenza energetica e quindi non puoi pensare dall’oggi al domani di far mancare agli #italiani questo gas, altrimenti succede quello che stiamo vedendo: non puoi avere il 100% del volume totale di gas e ti devi sforzare di inventare altre fonti. Poi magari queste altre fonti, al di là del paese e dell’accordo tanto sbandierato, nascondono nell’azionariato ancora una volta pezzi che arrivano dalla #Russia quindi un’azionariato che comunque richiama al famoso cattivo con cui non dobbiamo fare affari.

▷ ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE: https://bit.ly/2MeYWI7
▷ ULTERIORI APPROFONDIMENTI SU: https://www.radioradio.it/

Verrebbe anche da dire che noi stiamo pagando prezzi di scelte sbagliate che ci sono state imposte, perché il discorso della #Libia non può non farci venire in mente le responsabilità di una #guerra che è stata combattuta li, di pressing che sono arrivati, di scelte che sono state compiute anche ai danni degli italiani. Però neanche questo si può dire eppure anche lì l’intervento, diciamo di altre potenze, lo abbiamo dovuto subire e prima o poi bisognerà fare il conto degli errori che sono stati commessi e delle #politiche energetiche che oggi ti tengono al gancio.

Quindi io lo dico: non sono disposto a fare a meno del gas russo. Perché? Perché noi, da qui ai prossimi mesi, non sapremo come la curva dei #prezzi dell’#energia schizzerà e se un #imprenditore o una #famiglia non riesce a programmare neanche la voce dell’energia smette di fare #impresa. A luglio sono arrivate delle #bollette che sono di un importo inferiore rispetto a quelle che arriveranno relative al mese di agosto. Molto probabilmente quelle del mese di agosto saranno del +20% rispetto a quelle di luglio e come saranno quelle di settembre? E quelle di ottobre? Saranno forse ancora più care e quindi l’#imprenditore e le famiglie non possono avere una contabilità cosi aleatoria, non possono non sapere quanti #soldi devono mettere da parte per pagare le bollette.

La Pietra di Paragone

CONTINUA SU: https://www.radioradio.it/2022/09/perche-non-faccio-a-meno-del-gas-russo/