“PUNIRNE UNO PER EDUCARNE CENTO” ▷ L’INTERVISTA SUL CASO ASSANGE AD ALESSANDRO DI BATTISTA

▷ AIUTA L’INFORMAZIONE LIBERA, SOSTIENICI: https://donazioni.radioradio.it/

Sul caso Assange c’è stata poca attenzione in generale?

I principali aguzzini di #Assange sono i suoi presunti colleghi, più che la #CIA, National Security Agency, il Pentagono, il Dipartimento di Stato americano. Già l’hanno ammazzato Assange, togliendogli la libertà e la possibilità di lavorare negli ultimi 13 anni, quindi la verità è che già hanno colpito uno per educarne cento, però i principali responsabili appunto di questa prigionia che avviene nel cuore del libero e democratico occidente, sedicente #libero e #democratico occidente è tutta responsabilità dei giornalisti che si sono voltati dall’altra parte o per invidia, o per pavidità, o per salvaguardare una comfort zone, un conto in banca, una carriera, dimenticando un giornalista più bravo di loro, più coraggioso di loro che ha avuto appunto il torto di pubblicare notizie di pubblico interesse. Sento dire oggi dai detrattori che non è un giornalista, a parte che ha vinto decine e decine di premi giornalistici in tutto il mondo, ma tutti gli scoop che ha fatto Wikileaks li ha realizzati, li ha pubblicati insieme ai principali quotidiani del mondo, #NewYorkTimes, Il Pais, Le Figaro, Der Spiegel.

▷ ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE: https://bit.ly/2MeYWI7
▷ ULTERIORI APPROFONDIMENTI SU: https://www.radioradio.it/

Condividi: