QR Code e operazioni finanziarie: cosa significa la strana procedura che vi può capitare in posta?

▷ AIUTA L’INFORMAZIONE LIBERA, SOSTIENICI: https://donazioni.radioradio.it/

Volevo approfittare per fare una segnalazione, chi ci legge potrà verificare se anche in altri #ufficipostali avviene una strana procedura che potrebbe violare la #privacy di ogni cittadino che fa una operazione.
L’altro giorno mi sono recato in posta a Napoli per inviare dei libri, ma ho letto che anche altri amici hanno riscontrato la stessa cosa ad Ortona. All’ingresso dell’ufficio postale, come avviene in tutta Italia, ho dovuto scannerizzare il mio #greenpass per poi ricevere il mio numero di prenotazione. Il green pass però mi è stranamente stato richiesto anche dal commesso durante l’operazione allo sportello, anzi, il commesso mi ha detto che era indispensabile per poter andare avanti secondo le procedure istituite da Poste Italiane, che si tratti di prelievo contante, di bonifici, di una semplice bolletta o, come nel mio caso, di invio dei libri.

▷ ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE: https://bit.ly/2MeYWI7
▷ ULTERIORI APPROFONDIMENTI SU: https://www.radioradio.it/

In questo modo mi pare evidente che venga legato il #QRCode con i dati personali di ognuno di noi al tipo di operazione finanziaria che è stata effettuata.
Prima dell’introduzione del green pass non c’era infatti possibilità di legare il mio nome all’operazione di invio di libri con pagamento in #contante. Questa ovviamente è una prassi che non ha nulla di sanitario, e il già di per sé inutile green pass viene comunque precedentemente scannerizzato all’entrata, quindi decade automaticamente la scusa sanitaria. Pensiamo poi che i dati del green pass sono gestiti dalla Sogei Spa, agenzia controllata al 100% dal Ministero dell’Economia.

La Sogei scrive nel suo sito che la certificazione verde Covid-19 è frutto della collaborazione tra il #MinisterodellaSalute e il Ministero dell’Economia e delle Finanze, e che partner di Sogei è anche l’Agenzia per la Riscossione: capendo questo ricaviamo anche la possibile ratio dietro la strana procedura di Poste Italiane. E’ infatti molto plausibile che si intenda schedare tutte le nostre operazioni, anche – o forse soprattutto – quelle che avvengono in #contanti.
Credo che nel dubbio sia giusto pretendere che l’operazione venga invece eseguita senza alcuna procedura aggiuntiva.

La Matrix Europea, la verità dietro i giochi di potere – Con Francesco Amodeo