Quei soldi avranno un prezzo salatissimo: la BCE “compra” la nostra libertà di scegliere coi BTP

▷ AIUTA L’INFORMAZIONE LIBERA, SOSTIENICI: https://donazioni.radioradio.it/

La #BCE, aumentando di 5,5 miliardi gli acquisti dei titoli di Stato, ha alzato uno scudo che protegge i #BTP. Da giugno di quest’anno, terminato il programma pandemico cioè di sostegno all’economia dovuta al quid che si chiamava PEP, la BCE si limita al reinvestimento dei proventi dei titoli che giungono progressivamente a scadenza. Ma è evidente che negli ultimi mesi i reinvestimenti sono stati superiori ai rimborsi. Quindi è chiara la volontà della #Banca centrale europea di voler sostenere il mercato dei titoli italiani, indirizzando inequivocabilmente altri investitori che la seguono.
Ora, per quanto tutto questo possa sembrare quindi un dono, un regalo favorevole all’Italia, dovrebbe in qualche modo preoccupare il fatto che la Banca centrale europea, un’istituzione non politicamente responsabile e priva di ogni legittimazione democratica diretta, possa emettere una sentenza inappellabile sulla politica economica dell’Italia, orientando anche i mercati con una discrezionalità che ormai non viene nemmeno più tenuta nascosta, è evidente a tutti ictu oculi. Infatti la Banca centrale europea ha detto chiaramente che prevede di effettuare deviazioni nei riacquisti sulla base di valutazioni circa la "#meritevolezza" dei fondamentali economici dello Stato membro.

▷ ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE: https://bit.ly/2MeYWI7
▷ ULTERIORI APPROFONDIMENTI SU: https://www.radioradio.it/

Da anni io vi dico che questo è un problema, perché la Banca centrale europea non è un soggetto dipendente dal Parlamento, dalla politica dai #Governi, e questo viene venduto come un grande risultato. Ma vi faccio notare che dato che lei dipende da qualcuno. Qualcuno dà ordini alla BCE, se è indipendente dalla politica. Cari signori è indipendente da noi, cioè noi non abbiamo la possibilità di votare e indirizzare politicamente decisioni di politica economica di una banca che è la banca più importante d’Europa, cioè la Banca centrale europea.