Sesto, riqualificazione ex Falck: prima pietra per la nuova stazione

Sesto, riqualificazione ex Falck: prima pietra per la nuova stazione

Lo scalo a ponte disegnato da Renzo Piano dà il via al progetto di restyling

(Milano). "Abbiamo iniziato due anni fa, come nuova compagine societaria, e ora siamo qui per celebrare la presenza di un primo cantiere per opere edilizie, dopo quelle di bonifica e di demolizione", ha spiegato l’avvocato Giuseppe Bonomi, amministratore delegato di Milanosesto, società proprietaria con Hines e Prelios, in occasione della posa della prima pietra della stazione che segna l’avvio della riqualificazione delle aree Falck di sesto san Giovanni in provincia di Milano. (Francesco Maviglia/alanews)

—- Trascrizione generata automaticamente —-
guardatevi qua guarda ti dico da fare qua di oggi dopo 180 anni dalla realizzazione della prima infrastruttura io personalmente mi sento molto emozionato di essere il sindaco che dà il via ai lavori per la costruzione della nostra terza stazione che sarà una stazione moderna scavalco disegnata da un architetto di fama internazionale come piano in una posizione strategica dove passano treni che servono ben 5 province differenti finalmente le due banane ma anche funzionale in prospettiva futura per la città dei Puffi l’abbiamo potuto fare perché abbiamo trovato lungo autostrada inizia il vizio del nostro cammino dei partner straordinari che hanno creduto al progetto che hanno investito nel mi riferisco in particolare ai nostri partner strategici Ice è preso l’abbiamo potuto fare Grazie al supporto fondamentale del sistema il particolare di banca Intesa San Paolo in collaborazione con Comune e per quanto riguarda la nuova stazione ferroviaria in collaborazione con il titolare del diritto reale sul proprio col sottolineare che gli uomini Sperate che sono impegnati in questo cantiere sono di un’azienda come lei che è senza il nostro paese uno dei più grandi interventi di riqualificazione urbana di tutta l’Europa è un intervento per il quale io credo si debbano fare i complimenti a tutte le istituzioni che li hanno lavorato perché è vero che le questioni di da superare sono state tante vero che si sono affrontati tanti problemi ma si è riusciti ad arrivare alla conclusione All’inizio dei lavori in tempi che per il nostro paese permetto di dire sono abbastanza eccezionale ma sicuramente positivi e funzione all’altra della città e avremo tante che potranno toccare il sole in cantiere e poi di strutture che sono in acciaio vengono non saranno altri 10 milioni di apparecchio A livello mondiale Non parliamo di qualche punto percentuale parliamo Grazie