SIGFRIDO RANUCCI DENUNCIA IN DIRETTA ▷ “C’È UN TENTATIVO DI ESTORSIONE DELLA LIBERTÀ DI STAMPA”

Da agosto, #SigfridoRanucci è costretto a vivere sotto scorta. Il giornalista e conduttore di #Report, da sempre a capo di inchieste ‘scomode’ per qualcuno, ha subito minacce importanti da parte di personalità legate al narcotraffico gestito dalla #Ndrangheta, come ha raccontato lui stesso. Una situazione che ha reso necessario un intervento da parte delle forze dell’ordine e delle autorità, che hanno deciso di affidargli una scorta.

▷ ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE: https://bit.ly/2MeYWI7
▷ ULTERIORI APPROFONDIMENTI SU: https://www.radioradio.it/

Quanto accaduto ha scosso profondamente la vita del giornalista, per quanto riguarda la propria quotidianità ma non solo. Si è resa necessaria, infatti, una riflessione su quanto sia difficile – al giorno d’oggi – svolgere un servizio di comunicazione corretto e senza influenze esterne. La scorta che lo segue 24 ore su 24 difende il vicedirettore di #Rai3 da un "buontempone" – così lo ha definito il conduttore – che dal carcere avrebbe assoldato due #killer stranieri ("forse albanesi") per farlo fuori. E non sarebbe neanche la sua prima volta in materia di minacce di morte.
A commentare il fattaccio è stato lo stesso Ranucci a ‘Un Giorno Speciale’. Sentite cosa ha detto a Fabio #Duranti e Francesco Vergovich.