Spread alle stelle proprio quando cala l’Rt: Super Mario ha mantenuto tutte le sue promesse

▷ AIUTA L’INFORMAZIONE LIBERA, SOSTIENICI: https://donazioni.radioradio.it/

Adesso pare che i superpoteri di quello che fino a ieri veniva osannato a reti unificate – con il ridicolo nome di battaglia di "#SuperMario" – si siano esauriti.

Torna allora a fare la sua epifania il temutissimo spauracchio dello #Spread, ed è curioso che lo Spread torni proprio ora che l’#indiceRt iniziava a scendere. In fondo l’abbiamo detto più volte, la loro funzione è nel mutato contesto la medesima, sono tanto lo Spread quanto l’indice Rt barometri che segnalano quali e quante libertà dobbiamo di volta in volta mettere in congedo. Le #borse si agitano, le minacce rivolte all’#Italia si susseguono incontenibili in queste ore, ci viene detto apertamente che l’Italia è a forte rischio, ci viene egualmente segnalato senza perifrasi che la #Lagarde non è #MarioDraghi.

▷ ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE: https://bit.ly/2MeYWI7
▷ ULTERIORI APPROFONDIMENTI SU: https://www.radioradio.it/

Mi siano allora consentite soltanto due riflessioni celerrime. In primo luogo non dimentichiamo che Mario Draghi ha mantenuto tutte le sue promesse, che non erano certo quelle di salvare l’Italia o di aiutarla a crescere tutelando magari l’interesse dei ceti medi e delle classi lavoratrici. Mario Draghi, vorrei ricordarlo, non rappresenta e non ha mai rappresentato l’interesse nazionale italiano, Mario Draghi ha sempre e soltanto difeso l’interesse della finanza no borders e della #plutocrazia del blocco oligarchico #neoliberale.

CONTINUA SU: https://www.radioradio.it/2022/06/spread-alle-stelle-mario-ha-mantenuto-tutte-le-sue-promesse/

#RadioAttività, lampi del pensiero quotidiano – Con #DiegoFusaro