#STOPBOLLETTECRIMINALI, LO SFOGO IN DIRETTA ▷ “FATE QUALCOSA, O SIAMO AUTORIZZATI A GESTI CLAMOROSI”

▷ AIUTA L’INFORMAZIONE LIBERA, SOSTIENICI: https://donazioni.radioradio.it/

▷ COMPILA IL QUESTIONARIO, ASCOLTA LA TUA VOGLIA DI ESPRIMERTI: http://q.opinioni.net/access/radioradio.php?prov=site2

#Caroenergia, #carobollette, #caroprezzi: l’#Italia si prepara ad affrontare l’inverno più freddo degli ultimi anni. A preoccupare gli italiani, soprattutto i prezzi esorbitanti di #luce e #gas, che ormai hanno raggiunto vette faraoniche, costringendo quasi al collasso intere famiglie e aziende. Da qui, l’idea del Direttore #IlarioDiGiovambattista di lanciare una campagna: #StopBolletteCriminali.

“Se da un giorno all’altro ti trovi un socio succhiatore del 25% del tuo intero fatturato, ecco che tu azienda – #RadioRadio in questo caso – non riesci più a sostenerti: dovremmo punto licenziare? Non pagare le #tasse? Siamo veramente strozzati da uno Stato strozzino e da un’imposizione sulla quale noi non possiamo fare nulla, ma il #Governo può fare qualcosa“.

▷ ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE: https://bit.ly/2MeYWI7
▷ ULTERIORI APPROFONDIMENTI SU: https://www.radioradio.it/

Come agire, dunque? “Prima del #25settembre vorrei organizzare una discesa in campo di tutti noi che facciamo #impresa, delle #PartiteIva, di chi si sente vessato da questa situazione assurda della quale non parla nessuno. Ecco cosa chiedo ufficialmente a #Draghi e a tutti i #partiti che fanno parte della coalizione di Governo: dovete riportare le bollette ai livelli di qualche mese fa, altrimenti penso che potremmo seriamente arrabbiarci”.

E non si può certo dire che lo Stato sia del tutto innocente: “Lo Stato, attraverso il #MEF, controlla l’#ENEL, della quale è azionista non di maggioranza ma di riferimento: il 23% della proprietà di ENEL è dello Stato. L’ENEL credo che abbia il 60% delle #utenze italiane: cominciamo da lì, cominciamo a togliere l’#IVA su tutto, cominciamo a togliere le #accise su tutto, cominciamo a convocare i gestori dell’energia, altrimenti noi siamo autorizzati anche a gesti clamorosi perché non è possibile che #aziende, #negozi e #artigianato falliscano perché qualcuno sta speculando, e tra questi speculatori c’è lo Stato“.