Ucraina, Draghi: “La vogliamo nell’Unione europea”

Ucraina, Draghi: "La vogliamo nell’Unione europea"

Le parole del premier italiano alla Plenaria di Strasburgo

(Strasburgo). "Un’Europa capace di decidere in modo tempestivo è un’Europa più credibile di fronte ai cittadini e al mondo. Per questo dobbiamo dare un’accelerazione al processo di allargamento dell’Ue". Queste le parole del Presidente del Consiglio in merito ai processi di integrazione dei Paesi candidati. "La piena integrazione dei Paesi che manifestano aspirazioni europee non rappresenta una minaccia, ma parte della sua realizzazione. L’Italia sostiene l’apertura immediata dei negoziati di adesione con l’Albania e con la Macedonia del Nord", ha proseguito Draghi. L’Italia favorevole anche a "dare un nuovo slancio ai negoziati con Serbia e Montenegro", così come con Bosnia, Erzegovina e Kosovo. "Siamo favorevoli all’ingresso di tutti questi paesi e vogliamo l’Ucraina nell’unione europea", ha concluso il Presidente del Consiglio. (Federica Onnis/alanews)

—- Trascrizione generata automaticamente —-
Un’Europa capace di decidere in modo tempestivo è un Europa più credibile di fronte ai suoi cittadini e di fronte al mondo una prima accelerazione deve riguardare il processo di allargamento la piena integrazione dei paesi che manifestano aspirazione europee non rappresenta una minaccia per la Tenuta del progetto europeo è parte della sua realizzazione l’Italia sostiene l’apertura immediata dei negoziati di adesione con l’Albania e con la macedonia del Nord in linea con la decisione assunta dal Consiglio Europeo nel marzo 2020 vogliamo dare nuovo slancio ai negoziati con serbia-montenegro e assicurare la massima attenzione le legittime aspettative di Bosnia Erzegovina e Kosovo siamo favorevoli all’ingresso di tutti questi paesi e vogliamo l’Ucraina nell’Unione Europea