La frase che ha fatto collassare le borse italiane, dimissioni immediate per la Lagarde

12 Views
MidaRiva
17
Published on 16 Mar 2020 / In Economia

"Non siamo qui per ridurre gli #spread, non è la funzione della Bce". Lo ha detto la presidente della Bce Christine #Lagarde, rispondendo a una domanda sul premio di rischio in forte ascesa in alcuni Paesi dell'EUrozona a partire dall'#Italia.Ecco il video della risposta alla domanda completo."Ho una domanda relativa ai prestiti bancari. La #BCE può fornire denaro a basso costo, ma il problema più importante, al momento, potrebbe essere che le banche sono più riluttanti a trasferire credito per via dei rischi. È necessario quindi disporre di una qualche forma di sistemi di garanzia nazionali o europei per garantire ciò?La seconda domanda, Ha detto che probabilmente ci saranno molte emissioni di #debito in futuro. Al momento alcuni paesi sono stati colpiti in modo particolarmente duro, come l’Italia per esempio. Cosa può fare la BCE se aumenta lo spread per i titoli di stato? Sarebbe un'opzione attivare, ad esempio, il programma OMT o potrebbero esserci altre possibilità per aiutare determinati paesi?"La risposta di Christine Lagarde:"Sul regime di garanzia, penso di essere stata molto esplicita nella dichiarazione introduttiva, ma sono felice di rispiegarlo. Stiamo mettendo a disposizione di tutte le imprese, con particolare attenzione alle PMI, massicci strumenti di rifinanziamento a tassi preferenziali e di importi significativi. Per incoraggiare le banche a utilizzare effettivamente tale strumento crediamo, e lo abbiamo inserito nella dichiarazione introduttiva, che i sistemi di garanzia sarebbero assolutamente funzionanti. Quindi, in altre parole, è una garanzia che viene messa insieme dallo stato, o da un'agenzia statale o europea, al fine di sostenere la parte del rischio che è effettivamente presa dalla banca nell'estendere una possibilità di prestito a una impresa, in particolare, in un settore così esposto. Voglio dire, è così che crediamo che i finanziamenti che stiamo mettendo in atto saranno i più efficienti. Ora, se ciò viene condotto a livello nazionale o a livello europeo, spetta ai responsabili politici decidere. Ciò che conta per noi è che venga messo in atto il prima possibile. Alcuni paesi hanno già preso provvedimenti o stanno muovendo passi in questa direzione. Sicuramente, per gli sforzi che ci stiamo impegnando a fare, spero certamente che lo facciano in fretta per garantire che il credito continui a fluire verso l'economia, in particolare per le PMI che sono vulnerabili nelle circostanze attuali. Quindi per quanto mi riguarda questo è il punto numero uno.Il mio punto numero 2 ha a che fare più con un aumento dell'emissione di debiti a seconda dell'espansione fiscale che verrà determinata dai politici. Bene, saremo lì, come ho detto prima, usando la massima flessibilità, ma non siamo qui per chiudere gli spread. Questa non è la funzione o la missione della BCE. Ci sono altri strumenti per questo, e ci sono altri attori che si occupano di affrontare questi problemi".

Show more
Facebook Comments